Ominide 55 punti

Povertà

Male dilagante, conseguenza dell'aumento dei divari socio-economici.
*Divario Socio-economico: iniqua distribuzione della ricchezza e disuguaglianze nelle condizioni di vita.

Geografia della povertà

Il triste primato dell'incidenza della povertà spetta all'Africa SubSahariana, dove essa assume un carattere Endemico (senza possibilità di uscirne).
Se invece osserviamo il dato assoluto, il primato spetta all'Asia in ragione del maggior numero di popolazione.

La povertà è un concetto multidimensionale che si manifesta in una pluralità di aspetti sociali, alimentari, sanitari e culturali. Quindi essa può assumere varie forme. La prima e più importante classificazione è quella tra povertà urbana e povertà rurale.

Dalla povertà rurale a quella urbana
Tipica degli spazi rurali dei paesi sottosviluppati.
In questi paesi del Sud del mondo troviamo due pratiche agricole: Land Grabbing e Agricoltura di piantagione

-Land Grabbinbg (o accaparramento della terra): pratica diffusa in Africa, Asia e America Latina, con la quale i grandi gruppi transazionali e le èlite locali acquistano o affittano grandi distese di terreno allo scopo di produrre cibo per le metropoli e per i paesi del Nord del mondo (paesi sviluppati, ricchi).

-Agricoltura di piantagione: Agricoltura moderna specializzata (monocoltura), speculativa, a capitale straniero e destinata all'esportazione. Questo porta ad un impoverimento delle risorse del paese ospitante (paese del Sud del mondo, sottosviluppato)senza che vi sia redistribuzione di ricchezza.
I contadini, privati della loro unica fonte di sostentamento, sono costretti a trasferirsi ai margini delle grandi città in insediamenti informali.
Ed ecco che arriviamo alla Povertà urbana tramite il "Circolo della povertà" ovvero il travaso di povertà dalle campagne alle città.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email