Il calore sensibile e il calore latente


Il calore latente è la quantità di energia scambiata (sotto forma di calore ovviamente) durante un passaggio di stato. Il calore sensibile, invece, è la quantità di calore che viene scambiata tra due corpi, producendo una diminuzione delle differenza di temperatura tra i due corpi.

●Per trasmissione di calore


Stiamo a indicare il passaggio di calore tra un corpo a temperatura più alta ad un corpo a temperatura più bassa e, inoltre, il fenomeno può anche avvenire all’interno del corpo stesso. Il calore si può trasmettere mediante tre modi:
-Conduzione: interessa i corpi solidi che vengono attraversati dal flusso termico.
-Convezione: interessa soltanto i liquidi e i gas e avviene mediante i movimenti di particelle a temperatura maggiore verso zone a temperatura minore.
-Irraggiamento: avviene nel vuoto, nei gas e nei solidi trasparenti; qui il calore viene trasmesso mediante onde elettromagnetiche.

●Produzione del calore

Il calore è una forma di energia misurata in Joule ed è ottenuta dalla reazione chimica tra un combustibile e un comburente. I principali parametri sono:
-Potere calorifico dei combustibili: quantità di calore sviluppata nella combustione completa di 1Kg di combustibile.
-Temperatura: grandezza che stabilisce l’energia termica posseduta da un corpo e misurata in gradi Kelvin.
-Calore specifico: grandezza che dipende dalla sostanza e dalla temperatura.
Hai bisogno di aiuto in Termodinamica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email