Eliminato 493 punti

Onde luminose


Sin dal 1600 sono coesistiti due modelli della luce rivali:
    1) il modello corpuscolare: esso fu proposto da Newton e prevedeva che la luce fosse un flusso di particelle emesse da sorgenti luminose.
    2) il modello ondulatorio: esso fu proposto da Huygens e prevedeva che la luce fosse un'onda.
Fino all'800 il modello corpuscolare prevalse su quello ondulatorio, in quanto riusciva a spiegare fenomeni quali: la formazione delle ombre, la riflessione e la rifrazione. Tuttavia, a partire dall'800, si affermò anche il modello ondulatorio, in quanto riusciva ad interpretare il fenomeno dell'interferenza. Inoltre si scoprì che la velocità della luce nei mezzi trasparenti fosse minore rispetto a quella nel vuoto: ciò non era previsto dal modello corpuscolare. Con le teorie di Maxwell, infine, il modello ondulatorio si affermò definitivamente, egli affermò che: "la luce è un'onda elettromagnetica la cui perturbazione è costituita da campi elettrici e magnetici che oscillano nel vuoto".
Sembrava si fosse giunti ad un compromesso, tuttavia, nel '900 si aprì una disputa: si giunge alla conclusione che la luce è costituita da una duplice natura, sia ondulatoria che corpuscolare e si manifesta in modo diverso in base ai fenomeni che si prendono in esame.
Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email