Daddy98 di Daddy98
Ominide 64 punti

La luce

La luce è un insieme di radiazioni luminose che trasportano energia elettromagnetica e si propagano da una sorgente in tutte le direzioni dello spazio.
Di ogni radiazione luminosa (o onda) si possono classificare la frequenza (ν) e la lunghezza d’onda (λ).
La frequenza di un’onda è il numero di oscillazioni complete che il punto dell’onda compie nell’unità di tempo: si misura in hertz (Hz).
La lunghezza d’onda è la distanza tra due massimi (creste) o tra due minimi (gole) successivi dell’onda: si misura in multipli e sottomultipli del metro (m).
La velocità della luce (c) nel vuoto è costante e pari a circa 300.000 km/s. Dato che le radiazioni elettromagnetiche, indipendentemente dalla lunghezza d’onda, si muovono alla stessa velocità, si può dire che frequenza e lunghezza d’onda sono inversamente proporzionali.

Il nostro occhio è in grado di percepire solo le radiazioni elettromagnetiche con lunghezza d’onda tra i 400 e i 700 nanometri (luce visibile). Percepiamo le diverse lunghezze d’onda come cambiamenti di colore: in ordine di lunghezza d’onda decrescente, rosso, arancio, giallo, verde, azzurro, indaco e violetto.
Le radiazioni elettromagnetiche non visibili di dividono in: raggi ultravioletti (UV), raggi X, raggi γ (con lunghezza d’onda inferiore al violetto), raggi infrarossi, le microonde, le onde radio (con lunghezza d’onda superiore al rosso). L’insieme di queste onde costituisce lo spettro delle radiazioni elettromagnetiche.
L’energia prodotta dalla luce è costituita da fotoni. La quantità di energia trasportata dipende dalla frequenza: tanto è maggiore la frequenza di una radiazione, tanto maggiore è l’energia di ogni singolo fotone, indipendentemente dalle dimensione della sorgente da cui il fotone è emesso.

Hai bisogno di aiuto in Concetti generali di fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email