Tutor 42251 punti

descrizione della vita di Heisenberg

Heisenberg


Werner Karl Heisenberg nasce il 5 dicembre 1901 a Würzburg, in Germania, da August e Annie Wecklein Heisenberg. Sin da piccolo dimostra una particolare abilità per il pianoforte, tanto da divenirne un esperto esecutore già all’età di tredici anni. Suo padre, professore di letteratura e lingua greca, insiste affinché abbia un’istruzione accademica, e Werner si laurea proprio nell’università di Monaco dove il padre insegna. Non è solo amante della scienza ma anche appassionato studente di letteratura e filosofia, nonché perenne amante della musica. Per pagarsi gli studi universitari, lavora anche in una fattoria durante l’estate.

La grande carriera dopo l'università


Durante la sua esperienza universitaria viene a contatto con Arthur Sommerfield, una figura di spicco della fisica moderna. Nel 1923 Heisenberg ottiene un dottorato, sempre a Monaco, per poi recarsi al Niels Bohr Institute di Copenhagen, in Danimarca: qui entra in contatto con le più moderne idee sulla teoria atomica. In questo ambiente, Heisenberg ha la possibilità di coltivare i propri interessi e alimentare la propria conoscenza: è infatti qui che egli elabora un metodo per calcolare i livelli di energia degli oscillatori atomici, un metodo che produce ottimi risultati e che trova anche una propria pubblicazione sulla rivista scientifica Physikalische Zeitschrift, con il titolo On Quantum Mechanical Interpretation of Kinematic and Mechanical Relations. Questo articolo gli procura immediatamente fama e rispetto nell’ambiente scientifico: nel 1926, diventa lettore in fisica teorica presso l’Università di Copenhagen. Nello stesso periodo, Heisenberg formula il suo principio di indeterminazione, secondo cui è impossibile determinare l’esatta posizione e velocità di una particella nello stesso momento e con la stessa accuratezza. Tale principio viene pubblicato in un articolo intitolato On the Visualizable Content of Quantum Theoretical Kinematics and Mechanics. Nel 1927 viene nominato professore di fisica teorica presso l’Università di Leipzig, per poi ricevere il premio Nobel per la fisica nel 1932. Sposa nel frattempo Elisabeth Schumacher, da cui avrà sette figli.
Con l’avvento del regime nazista, dapprima Heisenberg viene guardato con sospetto dal governo, ma poi, con lo scoppio della Seconda guerra mondiale, viene nominato direttore del progetto tedesco sull’uranio, lavorando quindi allo sviluppo di una bomba atomica per la Germania. Viene poi arrestato dagli Alleati alla fine della guerra e confinato in Inghilterra fino alla primavera del 1946. Il suo ruolo durante la guerra è ancora tema di un acceso dibattito.
Tuttavia, negli anni ’50 Heisenberg si impegna per riorganizzare la ricerca scientifica, e lavora in particolare alla formulazione di una teoria unificata di tutte le particelle fondamentali, teoria che viene poi discussa ufficialmente in una conferenza internazionale del 1958.
Nel 1955 e 1956 Heisenberg scrive e pubblica Physics and Philosophy: The Revolution in Modern Science, oltre a un’opera autobiografica dal titolo Physics and Beyond (1971), e molti altri libri sul significato filosofico e culturale della fisica atomica.
Nel 1970 Heisenberg si ritira dalla vita pubblica. Nel 1973 la sua salute comincia a peggiorare sempre di più, sfociando poi nella morte il 1 febbraio 1976 a Monaco, in Germania.

A cura di Suzy90.

Hai bisogno di aiuto in Concetti generali di fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email