Ominide 4467 punti

Che cosa è il Contratto sociale e che cosa significano volontà generale e volontà di tutti?

Il Contratto sociale è un'opera nella quale Rosseau indica come possa essere ricostruito lo stato civile del genere umano sul principio della libertà e dell'uguaglianza. Proprio per salvaguardare la propria libertà e la propria uguaglianza gli uomini si uniscono con un contratto e danno vita alla società organizzata, cioè allo stato, in cui ciascun individuo non rinuncia ai propri diritti naturali e continua ad essere libero e ad ubbidire a se stesso.
In questa impostazione si nota un orientamento diverso da quello di Hobbes e di Locke: nella concezione del primo la libertà del cittadino è completamente annullata nella soluzione prospettata dal secondo è chiaro l'intendimento di stabilire i limiti del potere statale affinché possano essere garantiti, almeno in parte, i diritti dei singoli. Secondo Rousseau, invece gli uomini si associano spontaneamente, per una forza interiore che spinge ciascuno ad unirsi ed a sentirsi simile agli altri, per cui nello stato, cioè nella collettività, non c'è alcuna rinuncia ai propri diritti naturali né esiste sottomissione ad una autorità estranea. La sovranità popolare è quindi esercitata direttamente dal popolo stesso mediante la volontà generale che esprime la umanità universale.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità