Ominide 2147 punti

Comte

Auguste Comte è considerato l’iniziatore del positivismo.
Secondo Comte l’unico modello conoscitivo dell’uomo è il metodo scientifico, della fisica e quello galileiano.
Per reagire all’idealismo di Hegel, Comte esaspera l’aspetto materialistico della materia affermando che la realtà è materia, ma in modo quantitativo.

La questione religiosa


Siccome nulla può essere conosciuto al di là dei sensi , l’uomo di Dio non può dire nulla; l’individuo non può credere in Dio perché porta a una conoscenza non scientifica.
A questo punto la questione religiosa è un condizionamento da cui l’uomo deve scappare (questa concezione atea è dovuta anche alla sinistra hegeliana e Feuerbach).
Per Comte le affermazioni religiose sono verità di fede e il dogma è qualcosa in cui devi assolutamente credere, senza domandarti se è vero o falso (Es. Cristo è uomo e dio ed è risorto). Il compito del filosofo è quello di spiegare, non affermare, quindi un filosofo che si appella al dogma non è credibile.
Comte alla fine della sua vita, ha fondato la chiesa della scienza, chi lo contestava era fuori e questa chiesa era quasi un credo, poiché egli riteneva che la veridicità della scienza fosse qualcosa di incontestabile.

A cosa serve la filosofia per Comte?

• Marx: sosteneva che la filosofia dovesse servire a portare un cambiamento o una rivoluzione
• Comte: la filosofia deve essere UTILE. L’aggettivo “positivo”, vuol dire affermativo e non negativo, vuol dire qualcosa di utile. Quindi il pensiero deve essere utile alla vita dell'uomo

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità