Video appunto: Bevande nervine, bibite e succhi di frutta

Bevande nervine



Le bevande nervine sono contraddistinte dalla presenza di particolari componenti chimici che svolgono un’azione stimolante o calmante. Le bevande nervine ad azione stimolante sono il caffè, il tè e la cioccolata, mentre quelle ad azione calmante sono la camomilla e le altre tisane.


Il caffè



Il caffè si ottiene per infusione a caldo di polvere di caffè tostato. Il caffè è una pianta coltivata nelle zone subtropicali a clima caldo e umido. Le specie più diffuse sono l’Arabica, la più pregiata, e la Robusta. Il caffè crudo è tostato ad una temperatura di 200-220°C (torrefazione). Gli effetti stimolanti del caffè dipendono dalla caffeina. In commercio si può trovare: caffè in grani (torrefatto intero), in polvere (torrefatto e macinato), solubile (polvere ottenuta attraverso l’eliminazione dell’acqua dalla bevanda caffè, decaffeinato.

Il tè



Il tè si ottiene per infusione a caldo delle foglie della pianta del tè. Si distinguono fondamentalmente due qualità di tè: il tè verde, non fermentato, dal gusto aspro e amaro e il tè nero, fermentato, dal colore bruno-rossastro, leggermente aromatico. Una tazza di tè contiene dai 40 ai 100 mg di caffeina (o teina).

La cioccolata



La cioccolata si ottiene dal cacao, pianta originaria dell’America centrale, i cui semi, leggermente fermentati, essiccati, torrefatti e macinati danno origine alla polvere di cacao. Dalla polvere di cacao si ottiene il cacao solubile. Mescolando polvere di cacao e zucchero e con altre sostanze aromatizzanti si produce il cioccolato.

Le bibite e i succhi di frutta



Si classificano in bibite:
- da frutti a succo, come le aranciate e le limonate; devono contenere almeno il 12% di succo;
- da frutta non a succo, come il chinotto e le cedrate;
- fantasia, come il bitter, l’acqua tonica, la cola;
- gassose, preparate con acqua, essenza di limone, acido citrico, anidride carbonica.
Le bibite analcoliche hanno un notevole potere calorico, perché contengono zucchero. Una lattina d’aranciata, o di cola, fornisce all'incirca 130 kcal. I succhi di frutta sono ottenuti per estrazione o spremitura della frutta da succo; i prodotti più commercializzati contengono in media il 50% di frutta.