Ominide 11266 punti

Tassi di cambio e sistema monetario internazionale


Il tasso di cambio é il prezzo relativo della valuta di un Paese in termini di quella di un altro Paese. Esso può essere definito in modo "certo per incerto", ovvero come la quantità certa di moneta nazionale necessaria per una quantità variabile di valuta estera, o in modo contrario "incerto per certo".
I cambi possono essere fissi, quando la Banca centrale si impegna a mantenere invariata la parità esterna della moneta nazionale, o flessibili, quando la Banca centrale lascia che sia il mercato a determinare liberamente la quotazione del cambio, sulla base della domanda e dell'offerta di valuta estera. Le Banche centrali possono tuttavia cercare di amministrare l'evoluzione dei cambi, al fine di evitarne fluttuazioni eccessive.
Durante il Gold Standard i tassi di cambio tra le monete erano determinati dal loro contenuto aureo e l'oro serviva anche come meno per regolare le transazioni internazionali tra Banche centrali. Dopo la caduta del sistema aureo, per mantenere la stabilità dei cambi, si decise di riconoscere il dollaro come moneta fulcro dì un nuovo sistema economico basato su cambi fissi e sulla convertibilità del dollaro in oro.
Anche il nuovo sistema, tuttavia, non durò a lungo e nel 1971 gli Stati Uniti furono costretti a sospendere la convertibilità tra il dollaro e l'oro. Da quel momento il mondo è passato a un sistema di cambi flessibili.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017