quare18 di quare18
Ominide 140 punti

Sistema tributario

Il sistema tributario italiano è l’insieme di tutti i tributi (imposte, tasse) a carico dei cittadini e delle norme che li regolano. Il sistema tributario italiano trova la sua legittimazione e fondamenti nella Costituzione, la quale raccoglie il complesso delle regole fondamentali dello Stato.
Art.23 e art.53 ordinano il sistema tributario e da tali articoli è possibile evidenziare alcuni principi:
Legalità dell’imposta: Il cittadino è garantito dagli abusi perché solo lo Stato può istituire le imposte tramite le leggi.
Universalità dei tributi: Ogni cittadino deve contribuire alle spese pubbliche senza privilegi o esclusioni; sono previste delle esenzioni giustificate da interessi collettivi oppure da motivazioni di giustizia sociale.
Equità del carico fiscale: Il cittadino deve contribuire alle spese pubbliche in base alle sue possibilità economiche; con linguaggio tributario a seconda della propria capacità contributiva (ossia a capacità economica delle persone di concorrere al pagamento delle spese pubbliche dopo aver soddisfatto le fondamentali esigenze della vita. Tale capacità dipende dalle condizioni personali e familiari, dalla natura e dall’ammontare dei redditi).

Progressività del sistema tributario: Il cittadino, all’aumentare della capacità contributiva subisce un’imposizione fiscale complessiva che cresce in modo più che proporzionale.


Gli elementi di un tributo

Ogni tributo (imposte, tasse e contributi) viene applicato in base alle norme contenute nelle leggi e nei decreti che lo regolano, che ne stabiliscono gli “elementi costitutivi”. Gli elementi costitutivi di un tributo sono 5:

Soggetto attivo: Lo Stato o altro ente pubblico dotato della legge di “potere impositivo”;
Soggetto passivo: Detto contribuente, che è la persona fisica, la società o l’ente nei cui confronti si manifestano le norme fiscali collegate all’obbligazione tributaria.
Presupposto oggettivo: Consiste nell’esigenza di una situazione rivelatrice di capacità contributiva. Tale situazione, indicata per i singoli tributi dalle norme che li regolano, può consistere nel possesso di un reddito o di un patrimonio oppure nell’effettuazione di determinati atti od operazioni;
Base imponibile: L’importo sul quale viene calcolato il tributo. Tale importo si determina con i criteri stabiliti dalle norme fiscali che regolano i singoli tributi;
Aliquota: La percentuale (ragione o tasso) con cui si calcola il tributo sulla base imponibile. Come si vedrà meglio più avanti. L’aliquota può essere costante, e quindi rimanere immutata al variare della base imponibile, oppure crescente, e quindi crescere con l’aumentare della base imponibile.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email