Ominide 6603 punti

La politica fiscale


Con il termine politica fiscale viene indicato il complesso delle misure di politica economica consistenti nella variazione della spesa pubblica e dei tributi.
Per comprendere il significato degli interventi di politica fiscale è utile pertanto conoscere il concetto di spesa pubblica.


La spesa pubblica

La spesa pubblica consiste nell'impiego delle risorse finanziarie dello Stato e degli altri enti pubblici per produrre beni e servizi pubblici o per effettuare trasferimenti a favore delle famiglie e delle imprese.
Questo tipo di intervento è finanziato con il ricorso al prelievo tributario o all'emissione del debito pubblico; il suo ammontare dipende dalle scelte degli organi politici che la gestiscono.
Le manovre della spesa pubblica costituiscono la forma più consistente di politica fiscale e vengono impiegate per realizzare quasi tutti gli obiettivi della politica economica. SI attuano quando lo Stato decide di aumentare o ridurre l'ammontare complessivo delle proprie spese: nel primo caso si parla di manovre espansive; nel secondo caso di manovre restrittive.


Le manovre espansive

Le manovre espansive della spesa pubblica si attuano aumentando la produzione di beni e servizi pubblici o i trasferimenti a favore delle famiglie e delle imprese. In ambedue i casi si produce un amento del Reddito nazionale e, conseguentemente, incrementi di occupazione e ricchezza. Come accade? Considera, per esempio l'apertura di una nuova scuola per l'infanzia. La decisione comporta l'assunzione di maestre e di alcune inservienti; si dovranno inoltre acquistare i beni necessari al suo funzionamento (la sede, i tavolini, le sedie ecc.). La spesa pubblica si trasforma, in definitiva, in redditi per le famiglie dei lavoratori assunti e per le imprese che forniscono i beni.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email