Ominide 427 punti

L’economia politica: scienza che studia tutti i comportamenti umani diretti a procurarsi i beni per i propri bisogni (continua). Nasce dal fatto di avere necessità illimitate e risorse limitate, serve a saper scegliere i beni da poter soddisfare.

I bisogni economici

Il bisogno consiste nel desiderio di avere qualcosa di cui sentiamo la mancanza. I bisogni economici hanno delle caratteristiche che sono: illimitate; saziabili cioè che diminuiscono ogni volta di più quando vengono soddisfatte; risorgenti nel tempo si fanno risentire; soggettivi ognuno ha bisogni diversi; complementari se dopo aver soddisfatto un bisogno ne sorge un altro. Abbiamo tre tipi di bisogno:
• Bisogni primari e secondari, quelli primari riguardano la sopravvivenza della persona mentre quelli secondari sono rivolti al vivere meglio;
• Bisogni individuali e collettivi, quelli individuali servono al singolo invece quelli collettivi nascono dal fatto che viviamo in una società, variano in base all’epoca in cui si vive e sono collegati fra di loro;
• Bisogni presenti e futuri, nel presente si risparmia per il futuro.

Beni e servizi

I beni economici costituiscono tutte le cose che soddisfano i bisogni economici. Un bene economico deve avere: scarsità, cioè deve essere minore del fabbisogno; utilità, deve essere capace di soddisfare un bisogno; accessibilità, deve poter essere ottenuto attraverso uno scambio. Se un bene è illimitato non ha valore economico e si chiama bene libero. I beni e i servizi formano le risorse economiche. I beni sono tutto ciò di concreto, invece i servizi sono le abilità dei comportamenti. La capacità di soddisfare i bisogni umani con i beni è detta utilità ed è qualsiasi cosa che ci soddisfi anche se può essere dannosa.

Classificazione dei beni

I beni di consumo sono:
• Beni durevoli e non, quelli durevoli si possono utilizzare più di una volta mentre quelli non durevoli si esauriscono all’atto del consumo;
• Beni di consumo e produttivi, di consumo soddisfano direttamente il bisogno, i produttivi o strumentali servono alla produzione di altri beni (ci sono anche i servizi di consumo e produttivi);
• Beni finali e intermedi, quelli finali sono quelli conclusivi, invece quelli intermedi devono prima essere trasformati e poi consumati;
• Beni individuali e collettivi, individuali per i bisogni del singolo e collettivi per soddisfare la collettività;
• Beni complementari e succedanei, complementari devono essere usati insieme per essere soddisfatti e quelli succedanei possono essere sostituiti l’uno con l’altro.

La legge della società

L’attività economica è l’insieme delle azioni dirette a ottenere i beni scarsi per soddisfare i bisogni. Ognuno deve risolvere il problema economico che nasce per le risorse necessarie per produrre beni e servizi finali limitati, mentre i bisogni sono illimitati. Questa si chiama legge della scarsità delle risorse. Per questo motivo bisogna scegliere fra i vari bisogni da soddisfare: il singolo deve scegliere quali bisogni soddisfare; l’impresa deve scegliere i beni e i servizi da produrre; in politica il Paese sceglie quali interventi fare per il benessere dei cittadini. L’economia sceglie fra una serie di illimitati bisogni e limitati mezzi.
Il principio del minimo mezzo o di razionalità è l’impiego razionale dei minimi mezzi per il massimo risultato ed è dato da pochi mezzi e minor fatica possibile.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità