Ominide 548 punti

Le forme di mercato


Le forme di mercato sono le seguenti:
Concorrenza perfetta; Monopolio; Oligopolio; Concorrenza monopolistica.
La concorrenza perfetta:
E’ caratterizzata da tanti operatori e tanti venditori. La polverizzazione della domanda e dell’offerta è equivalente a tanti venditori e tanti compratori. In questa forma di mercato ci sono piccole quantità di prodotti acquistate e vendute. Il prodotto deve essere omogeneo, non ci deve essere alcuna differenza tra un prodotto e un altro. Il compratore è in formato su tutti i prezzi e può ovviamente scegliere il più conveniente (questo metodo si chiama “trasparenza”). Così è facile per un’impresa mettersi in competizione con le altre, questo provoca la libertà di entrare nel mercato. Si ha un unico prezzo, questo si chiama prezzo di equilibrio tra domanda e offerta. Questa forma di mercato è più vantaggiosa perché per chi compra, sceglie il prezzo minore.
Concorrenza monopolistica:
Differenziano il prodotto; tanti compratori e tanti venditori; i prodotti hanno differenze reali o immaginarie; i prezzi sono differenti; vantaggi (ha più scelta di prodotti); svantaggi (i prezzi sono più alti).
Monopolio:
Tanti compratori, un unico venditore (Stato); le altre imprese non possono entrare (barriere di entrata del mercato); il prezzo è determinato dal monopolista; scarsa quantità disponibile e prezzi alti.
Oligopolio:
Pochi venditori e molti compratori; formata da aziende grandi; le imprese vogliono aumentare i clienti (quote di mercato); accordo tra imprese (la legge non lo consente); guerra tra imprese (i prezzi diminuiscono per invogliare a comprare).

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email