Fabbian di Fabbian
Ominide 76 punti
Zolfo
Elemento chimico di numero atomico 16 e peso atomico 32,066; simbolo: S. Nella tavola periodica degli elementi costituisce il secondo termine del VI gruppo, sottogruppo A, avendo come omologo inferiore l'ossigeno e come omologhi superiori il selenio, il tellurio e il polonio. Lo zolfo è uno dei pochi elementi che si trovano allo stato libero in natura, e perciò conosciuto e impiegato fin dall'antichità; è certo che fin dal 200 a.C
. esistevano in Sicilia miniere per la sua estrazione. La grande maggioranza del quantitativo estratto oggi viene impiegata per la produzione di acido solforico, consumato soprattutto dall'industria dei fertilizzanti e quindi in agricoltura. Lo zolfo è relativamente abbondante nella crosta terrestre, della quale costituisce lo 0,05% in peso; anche nell'universo è abbondante: si stima che ne esistano 3,75 · 105 atomi ogni milione di atomi di silicio, nel qual caso sarebbe fra i dieci elementi più diffusi nell'universo. Allo stato nativo, cioè come elemento non combinato, lo zolfo è diffuso in vicinanza degli antichi vulcani, in mezzo a strati di gesso o di calcare, soprattutto negli Stati Uniti (Louisiana, Texas, Nevada), nel Canada, in Cile, in Francia, in Polonia e in Giappone, dove esistono i maggiori giacimenti. In Italia si hanno dei buoni giacimenti in Sicilia (Enna, Agrigento e Caltanisetta); giacimenti minori si trovano anche in Campania e in Calabria.
Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email