Principio di Le Chatelier

Principio di Le Chatelier: in seguito a variazioni di temperatura, pressione o concentrazione il sistema tende a minimizzare le variazioni spostando l’equilibrio

Tutte le reazioni sono equilibri? Si, ma molte sono “completamente spostate a destra”, cioè all’equilibrio la quantità di reagenti rimasti è trascurabile

Ottengo x= 0.99 (con k=100)-->99% di AB consumato. La percentuale rimanente sono i reagenti non reagiti.
Per K=1--> si consuma il 61,8%
Per K= 0.01--> si consuma il 9.5%
Quindi possiamo considerare k=1 come valore discriminante:
• K>1 --> reazione spostata completamente a destra (prodotti prevalgono sui reagenti
• K<1 -->reazione spostata a sinistra (i reagenti prevalgono sui prodotti). Non sempre è spostata “completamente”, di solito con k>1000

Variazione di concentrazione
• Aumenta concentrazione reagenti--> devo aumentare concentrazione prodotti-->equilibrio verso destra
• Aumenta concentrazione prodotti--> devo aumentare concentrazione reagenti-->equilibrio verso sinistra
E viceversa (diminuzione)

Variazione di pressione (e volume)
• Aumento P-->equilibrio si sposta dove ci sono meno moli
• Diminuzione P-->equilibrio si sposta dove ci sono più moli
Se aumento V, diminuisco P (inversamente proporzionali)

VARIAZIONE TEMPERATURA
La costante di equilibrio dipende dalla T: ad aumento di T corrisponde diminuzione di K
• Reazione endotermica (considero calore come reagente)--> all’aumento di T, k aumenta (equilibrio si sposta a destra)
K aumenta
• Reazione esotermica (calore come prodotto) -->all’aumento di T, k diminuisce (equilibrio si sposta a sinistra)

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email