alfag di alfag
Ominide 336 punti

I tessuti meristematici primari



Come le cellule staminali, quelle dei tessuti meristematici vanno in divisione mitotica molto velocemente e si evolvono in cellule dei tessuti adulti.
Questi tessuti possono essere presenti in vari punti della pianta, ma è possibile suddividerli fondamentalmente in:
-tessuti meristematici apicali;
-tessuti meristematici intercalari, che si trovano, ad esempio, nelle gemme ascellari oppure nei nodi del fusto in cui avviene l’accrescimento longitudinale della pianta.
Grazie a questi le piante possono sempre accrescersi in lunghezza, a differenza degli animali che non posseggono tessuti meristematici.

Tessuti meristematici apicali



Sono localizzati alle estremità delle radici e dei rami e all’interno delle gemme del fusto, per cui è possibile distinguere un apice radicale e un
apice vegetativo (o apice del germoglio).
Queste due zone presentano cellule grazie alle quali le piante possono sempre accrescersi, a differenza degli animali che non posseggono tessuti meristematici.

Tessuti meristematici intercalari o residui
Sono avanzi di meristemi apicali intercalati, appunto, ai tessuti adulti.
Si trovano nelle gemme ascellari oppure nei nodi del fusto (tra le due zone fogliari) in cui avviene l’accrescimento longitudinale della pianta.
(Es. i nodi nei fusti delle monocotiledoni, come mais e frumento).
Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email