Ominide 8039 punti

Le spugne costituiscono i poriferi. Questo nome prendo origine dal fatto che il loro corpo è attraversato da dei pori inalanti costituite da particolari cellule a cilindro, i porociti, attraverso i quali l’acqua entra all’interno dell’organismo. La sua forma è simile a un sacchetto rigonfio con un'unica apertura all’estremità, detta osculo, attraverso cui l’acqua fuoriesce. Il loro corpo è costituito da due strati di cellule:
• Interno: endoderma
• Esterno: ectoderma
Nelle spugne non possiamo parlare di veri e propri tessuti, sono presenti diversi tipi di cellule specializzate:
• Cellule a colletto: funzione di nutrimento
• Cellule epiteliali: funzione di rivestimento
Le spugne anche se non sono dotate di cellule nervose, grazie alle cellule mioepiteliali riescono a contrarsi. Una particolare caratteristica delle spugne e la riaggregazione.
Possiedono degli aghiformi di sostegno, detti spicole che per la loro morbidezza vengono utilizzate dall’uomo per le spugne da bagno. Sono animali sessili, cioè che vivono fissati sul sub-strato.

La riproduzione avviene prevalentemente per gemmazione: sull’individuo si formano delle gemme che si accrescono dando vita ad un individuo che di solito rimane collegato con quello da cui ha avuto origine. Può avvenire anche la riproduzione sessuata.
I poriferi si dividono in:
• Spugne calcaree: spicole calcaree
• Silicospongie: spicole silicee
• Demospongie: spicole silicee o cornee

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email