alfag di alfag
Ominide 336 punti

Le giunzioni cellulari



Le giunzioni cellulari sono delle strutture di interazione tra cellule dello stesso tessuto organizzate dalle glicoproteine di membrana. Questi elementi sono presenti nei tessuti animali e non in quelli vegetali.

Le giunzioni vengono classificate in:
● Giunzioni di ancoraggio: sono strutture complesse organizzate dalle caderine, ossia delle glicoproteine di superficie che sul versante extracellulare interagiscono tra loro e in quello intracellulare con elementi citoscheletrici . Esse garantiscono l’ integrità fra i tessuti facendo interagire fortemente cellule adiacenti (Es.: cellule epiteliali). Ne esistono due tipi, differenti per il tipo di componenti citoscheletrici con cui interagiscono: le giunzioni aderenti , rette da filamenti di actina, e i desmosomi , che interagiscono con i filamenti intermedi.
● Giunzioni serrate(o strette, occludenti): sono aree di connessione tra le membrane di cellule adiacenti distribuite in maniera discontinua. Queste strutture sono organizzate da diverse glicoproteine di membrana, come le occludine e le claudine.
Queste giunzioni limitano il movimento dei componenti di membrana e controllano il movimento delle molecole tramite gli spazi intercellulari: gli strati
cellulari coinvolti funzionano da barriere selettive , favorendo il transito per via paracellulare (“tra le cellule”; aspecifico) delle sostanze idrofile e impedendo quello per via transcellulare di altre sostanze. Si trovano ad esempio nelle cellule che rivestono la parete intestinale.
● Giunzioni comunicanti: sono composte dalle connessine (proteine transmembrana), che si formano sulle membrane di due cellule adiacenti, si aggregano in sei moduli e organizzano delle strutture discrete che interagiscono tra loro.
Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email