La luce solare è un insieme di radiazioni di diverse lunghezze d’onda. Le onde dello spettro elettromagnetico hanno caratteristiche simili, ma differenti lunghezze d’onda. La luce visibile è compresa tra i 360 e 760 nm ed è quella utilizzata dalla fotosintesi. Le clorofille assorbono principalmente nel blu e nel rosso.
Meccanismo con cui la luce è convertita Il fotone è assorbito da un elettrone eccitabile, che salta ad un livello energetico più alto. A questo punto l’elettrone può tornare al livello fondamentale emettendo un fotone con un energia minore (trasporto non ciclico); oppure l’elettrone può essere catturato da un accettore ed essere trasferito lungo una catena di accettori di elettroni, come avviene nella fotosintesi (trasporto ciclico).
Cloroplasti sono organelli che possiedono una membrana esterna permeabile ed una interna, che è una barriera di permeabilità. Racchiudono lo stroma, una soluzione colloidale, in cui si trovano i tilacoidi, che in pile costituiscono i grana. I granum contengono la clorofilla, che è costituita da un anello porfirinico e da una coda idrocarburica. L’anello porfirinico ha al centro un atomo di magnesio ed è coordinato dagli atomi di azoto, che stanno ai vertici. Nella clorofilla “a” c’è un gruppo metilico (-CH3), nella “b” c’è un gruppo aldeidico (-CHO).

La fotosintesi ha una doppia localizzazione: sulle membrane tilacoidi avviene la fase luminosa, nello stroma avviene la fase oscura.

Hai bisogno di aiuto in Biochimica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email