aliat99 di aliat99
Ominide 326 punti

I fosfolipidi e glicolipidi


I fosfolipidi: dopo i trigliceridi, i fosfolipidi sono i lipidi più abbondanti presenti in natura. Essi svolgono funzioni molto importanti nel nostro organismo, infatti, sono i principali componenti della membrana cellulare e rivestono la funzione di selezionare il passaggio dei ioni e molecole. I fosfolipidi sono molto simili ai trigliceridi dal punto di vista chimico. Infatti sono dati dall'esterificazione di due gruppi alcolici del glicerolo che sono legati con acidi grassi (che rappresentano le code apolari idrofobiche del fosfolipide), e dall'esterificazione di un altro gruppo alcolico con l'acido fosforico che a sua volta è legato ad un aamminoalcol (che rappresenta la testa polare idrofila del fosfolipide) attraverso un legame estere. L'amminoalcol può essere un etanolammina oppure la colina. Per la duplice funzione (sia idrofila sia idrofobica), i fosfolipidi sono detti anche anfipatiche. Le code idrofobiche si dispongono verso l'interno della membrana, poiché reagiscono con lo spessore di questa, mentre le teste idrofile si dispongono verso l'esterno della membrana poichè reagiscono con l'acqua anch'essa polare.
I glicolipidi: sono i principali costituenti della parte esterna della membrana cellulare e sono presenti soprattutto nei tessuti nervosi e nei globuli rossi dove svolgono l'importante funzione di recettori molecolari. Nei globuli rossi sono responsabili della specificità dei gruppi sanguigni. Il glicolipide è costituito da una molecola di amminoalcol, chiamata sfingosina, legata a un acido grasso e a un monosaccaride (prevalentemente una molecola di glucosio oppure di galattosio).
Hai bisogno di aiuto in Biochimica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità