Ominide 3880 punti

Le ossa e lo scheletro


L'apparato locomotore è costituito da una sorta di "telaio",spesso e rigido ma sempre mobile che è proprio il sistema scheletrico,sul quale agisce un "motore" costituito da muscoli scheletrici(il sistema muscolare). Alcuni invertebrati possiedono un idroscheletro che è costituito da un compartimento interno pieno di liquido che esercita una pressione tale da dare consistenza al corpo dell'animale. Negli artropodi è presente un rivestimento esterno chiamato esoscheletro che è formato dalla chitina(un polisaccaride resistente). Esso non cresce con l'organismo,per cui l'animale è costretto a sostituire il suo rivestimento con la muta. Gli echinodermi e i vertebrati sono dotati di un endoscheletro. I primi possiedono delle piastre di bicarbonato di calcio e di magnesio unite tra loro da fibre proteiche,il dermoscheletro mentre i secondi hanno un endoscheletro che può essere cartilagineo o ossificato e una colonna vertebrale.
Nel corpo umano ci sono oltre 200 ossa formate da tessuto connettivo e cartilagineo e quindi articolazioni,legamenti e tendini. Si distinguono in ossa lunghe, corte e piatte;
-nelle lunghe la parte intermedia è chiamata diafisi e le estremità epifisi. Nelle diafisi delle ossa lunghe c'è il midollo giallo che serve per le riserve energetiche,invece nell'epifisi delle ossa lunghe e delle ossa piatte è contenuto il midollo rosso con la funzione di produzione delle cellule del sangue.
-le ossa piatte come quelle del cranio sono larghe e di spessore ridotto e hanno funzione di protezione
-le ossa corte hanno una forma compatta e hanno la funzione di ammortizzare i colpi.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email