pser di pser
Ominide 5819 punti

Apparato respiratorio

Nel corpo umano esistono due tipi di respirazioni una interna, che sarebbe la respirazione cellulare in cui le cellule hanno bisogno di ossigeno che a contatto con lo zucchero libera energia, e quella esterna per assumere ossigeno e liberare CO2: ed è proprio questa a cui adempie l’apparato respiratorio. L’apparato respiratorio è formato da: bocca, naso, faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni. L’aria per arrivare ai polmoni entra o dal naso o dalla bocca: se entra dal naso viene depurata dalla presenza di peli e riscaldata dalle pieghe della mucosa nasale, mentre in bocca tutto ciò non accade. Il naso a sua volta comunica con la faringe attraverso le cavità coane: la faringe è a stretto contatto con la laringe e l’esofago e vi è l’epiglottide, una valvola, che permette il passaggio del cibo nell’esofago e dell’aria nella trachea. La laringe invece è l’organo della fonazione, in quanto serve per emettere dei suoni che verranno trasformati in parole ad opera dei denti, del palato e delle corde vocali, tese da alcuni muscoli che le fanno allargare e stringere e che sono in grado di produrre suoni al passaggio dell’aria espirata; i suoni vengono fuori dalla laringe perché la laringe è formata da pezzi cartilaginei, il cui ingrossamento nell’uomo provoca la formazione del pomo d’Adamo. Se entrano delle particelle solide nella laringe abbiamo la tosse, un riflesso scatenato dal cibo che tocca la mucosa sensibile della laringe. Dopo la laringe abbiamo la trachea, lungo condotto di circa 10 cm che serve per far arrivare l’aria direttamente nei polmoni, dove verrà in seguito preso l’ossigeno e verrà liberata anidride carbonica. Essa si divide in seguito nei bronchi, che sono come due tronchi, con delle ramificazioni più piccole dette bronchioli e gli alveoli, dove avviene il passaggio di gas, racchiusi nei polmoni. La laringe, la trachea e i bronchi presentano un tessuto muscolare liscio ad eccezione di quello della laringe che è striato e lungo questo tratto troviamo epitelio ciliato, che permette l’eliminazione del muco prodotto da alcune cellule dei polmoni; quando si fuma invece l’epitelio viene distrutto e non vengono più eliminate tali sostanze che si accumulano. I polmoni invece sono rivestiti dentro da una pleura viscerale e all’esterno da una pleura parietale, che in realtà è la membrana protettiva della gabbia toracica: se il liquido presente tra le due membrane aumenta abbiamo una malattia, la pleurite.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email