Video appunto: Potenziale d'azione dei neuroni e differenziamento delle membrane extraembrionali
Potenziale d’azione dei neuroni: I neuroni hanno due proprietà:
• l’eccitabilità, cioè la capacità di generare impulsi nervosi;
• la conduttività, cioè la capacità di trasmettere l’impulso ad altre cellule.
La loro eccitabilità dipende da due caratteristiche della loro membrana:
• l’esistenza di un potenziale elettrico di membrana;
• la presenza di canali ionici specifici.

Molto cellule del corpo presentano un potenziale di membrana, ossia una differenza di carica elettrica tra il versante interno ed esterno della membrana. Tale differenza è dovuta a flussi di ioni (soprattutto sodio e potassio) che entrano ed escono dalla cellula grazie a proteine transmembrana che formano canali ionici.
Si differenziano anche le membrane extraembrionali:
• l’amnios è la membrana più interna e si riempie di liquido amniotico che proteggerà l’embrione fino alla nascita; • il sacco vitellino che produce le prime cellule del sangue e le progenitrici dei gameti. Una parte dello stesso va a formare l’allantoide che forma il cordone ombelicale e la vescica embrionale;
• il corion è la membrana più esterna e da esso si originano i villi coriali che formano la placenta, utile allo scambio di sostanze nutritive tra madre e figlio.

Il cuore inizia a battere alla quarta settimana. Gli arti si formano all’ottava settimana. Alla nona settimana l’embrione diventa feto. Quando la gravidanza giunge al termine si attivano gli organi interni. Durante il parto l’ossitocina dell’ipofisi superiore aumenta le contrazioni dell’utero.