Video appunto: Citoplasma della cellula muscolare scheletrica

Citoplasma della cellula muscolare scheletrica



Per capire da dove viene l’aumento dei livelli citosolici di calcio bisogna osservare alcune componenti del citoplasma della cellula muscolare, fig.17. La maggior parte del volume del citoplasma è occupato da miofibrille (nell’immagine tagliate trasversalmente rispetto al loro andamento), che costituiscono, di fatto, un importantissimo esempio di citoscheletro della cellula.
Le parti di citoplasma non occupate dalle miofibrille sono occupate da una serie di strutture membranose. Sono presenti mitocondri, molto importanti per la cellula muscolare, con forma allungata e orientati parallelamente allo sviluppo longitudinale della cellula. È presente inoltre una forma specializzata di REL (reticolo endoplasmatico liscio, in blu nell’immagine), il reticolo sarcoplasmatico che ha un ruolo funzionale cruciale nella contrazione muscolare. Mai come in questo caso è appropriato il termine “reticolo”, la sua particolare morfologia è adatta a sostenere le sollecitazioni meccaniche dovute all’alternarsi di contrazioni e
distensioni da parte delle miofibrille; il reticolo avvolge completamente le miofibrille tramite una serie di cisterne di forma stereotipata che si susseguono regolarmente con un periodo identico a quello che caratterizza il sarcomero stesso.