Video appunto: Anticorpi e BCR

Anticorpi e BCR



L’anticorpo o immunoglobulina si differenzia dal BCR solo perché ne rappresenta la forma secreta, ma dal punto di vista strutturale è praticamente identico, dal momento che è costituito da due catene pesanti e due catene leggere.
Il BCR è costituito da una catena α e una catena β. Vi è poi una terza popolazione, ma la maggior parte dei linfociti T che circolano all’interno del nostro organismo sono linfociti T α e β, cioè con il TCR costituito da una catena α e una catena β.

Sia gli anticorpi sia il TCR presentano delle regioni specifiche, cioè una regione di legame con l’antigene, che è denominata regione variabile. Questa è così chiamata poiché ogni linfocita avrà una tasca di legame diversa per gli antigeni. Quindi ciascun linfocita avrà una tasca di legame che si adatta meglio allo specifico antigene derivato da un determinato patogeno.
Pertanto, queste regioni non possono essere tutte uguali all’interno del linfocita: ciò è valido sia se parliamo di anticorpi sia se parliamo di TCR. Accanto alla regione variabile, vi è una regione costante, che ha sempre la stessa sequenza amminoacidica e viene riscontrata in tutti i linfociti.

Infine, il TCR e il BCR ancorati alla membrana avranno anche una regione trans-membrana, mentre gli anticorpi (forma solubile del BCR) non hanno regioni trans membrana.
Ciò rende pressoché affini BCR e TCR, differenziandoli peraltro in modo netto dagli anticorpi.