Ominide 1747 punti

I terremoti

I terremoti sono vibrazioni naturali del suolo provocate dalla liberazione di energia meccanica accumulata all'interno della litosfera.
L'ipocentro è il luogo in profondità in cui viene liberata l'energia, dal quale partono le vibrazioni elastiche in tutte le direzioni.
L'epicentro è il punto della superficie terrestre situato verticalmente sopra all'epicentro dove le scosse sismiche sono avvertite prima e con maggiore intensità.

Le cause dei terremoti
- da crollo di una volta di una grotta sotterranea;
- da esplosione dovuti alla detonazione di dispositivi chimici o nucleari nel sottosuolo;
- vulcanici che accompagnano le eruzioni vulcaniche;

- tettonici quando masse rocciose si fratturano improvvisamente in zone della litosfera sottoposte a forti tensioni.

Teoria del rimbalzo elastico
I terremoti tettonici si originano da blocchi di rocce in profondità sottoposte all'azione di forti pressioni orientate. Il blocco di rocce inizialmente si comporta in modo elastico, cioè si deforma lateralmente accumulando energia. Quando la forza supera il limite di elasticità della roccia, il blocco roccioso si spacca generando una faglia: una frattura lungo la quale due blocchi rocciosi si muovono in senso opposto.
Il punto di rottura diventa quindi l'ipocentro e l'energia accumulata si libera con una forte scossa principale, che può essere preceduta da delle scosse premonitrici, o succeduta da scosse dette repliche o da uno sciame sismico se le scosse diventano sempre più forti per poi decrescere.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email