Ominide 2472 punti

Provenienza del flusso geotermico


Una cosa particolare della Terra è che non sappiamo bene da dove derivi il suo flusso termico. Facendo delle analisi dal punto di vista geofisico abbiamo osservato che sulla base dei fenomeni che si conoscono il flusso termico non è causato da un calore residuo (la Terra non è ancora in fase di raffreddamento), è un calore che viene sprigionato, altrimenti quello vecchio si sarebbe dissipato. Il pianeta si dev’essere formato per un’aggregazione di materia di una nebulosa. Il materiale con la contrazione gravitazionale si è fuso ma il calore primordiale dev’essersi interamente disperso. Il calore attuale si pensa derivi dal decadimento di elementi radioattivi. Alcuni elementi del nostro pianeta hanno un nucleo troppo grande e sono instabili. Il rapporto tra protoni elettroni è tale che non riescono a rimanere stabili, decadono ed emettono radiazioni alfa, beta e gamma. In particolare sono elementi radioattivi a vita lunga, che stanno ancora liberando energia (uranio 235, 238, torio 232 e potassio 40). Quelli a vita breve decadono subito. Quest’energia dovrebbe essere liberata in massima parte dal mantello (60/70%), soprattutto nella zona dell’astenosfera e in percentuale più bassa nella crosta. Alcune rocce hanno elementi radioattivi, soprattutto il granito.
La Terra è formata da tanti blocchi di litosfera in movimento e si pensa che a muoverle siano movimenti convettivi causati da questo decadimento radioattivo che urtando nella materia produce calore, energia interna.
Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email