Ominide 96 punti

Catastrofe del ferro e accumulo di feldspati

Il motivo per cui i feldspati si accumularono nella crosta più esterna è da ricercare al tempo della cosiddetta”catastrofe del ferro”quando, raggiunta la temperatura di fusione del ferro e iniziata la fusione, questo iniziò a sprofondare per via della sua elevata densità verso il centro della terra sotto forma di grandi gocce facendo migrare verso l’esterno i materiali leggeri che lì si trovavano, quali il silicio. In particolare, si rileva sulla crosta esterna una forte concentrazione di feldspati, poiché essi rappresentano una famiglia di silicati che fa parte dei tettosilicati, i quali, per compensare l’eccedenza di cariche negative, dovute all’unione di quattro ioni ossigeno a uno ione silicio, utilizzano maggiormente ponti ossigeno piuttosto che ioni positivi metallici. Proprio questa minor presenza di ioni metallici pregiudica fortemente la densità dei feldspati che, essendo relativamente bassa, permette loro di essere piuttosto leggeri una volta fusi e di poter quindi risalire verso l'alto ed accumularsi nella crosta più esterna.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email