Stabilizzazione tensione e regolazione velocità del motore asincrono


L’avviamento diretto dei motori asincroni trifase viene eseguito collegando la linea di alimentazione alla morsettiera degli avvolgimenti statorici. Gli avvolgimenti potranno essere connessi in due modi:
-A stella: tensione di 400V
-A triangolo: tensione di 230V

All’avviamento dei motori asincroni si verificano due fatti negativi.
-Un assorbimento elevato di corrente
-Una coppia motrice di spunto bassa

●I principali sistemi (detti avviamenti indiretti) per ridurre la tensione di alimentazione statorica all’avviamento sono:
-Commutazione stella triangolo: all’avviamento la fasi dell’avvolgimento statorico sono collegate a stella; la tensione di alimentazione è √3 volte più bassa di quella nominale e la corrente assorbita e ridotta di 1⁄3.

-Autotrasformatore: il motore è inserito sul secondario di un autotrasformatore a più prese; passando da una presa di alimentazione ad un'altra, si alimenta il motore con la tensione più adatta in funzione della velocità.

-Inserzione di resistenze o impedenze: vengono inserite in degli avvolgimenti, provocando una caduta di tensione; durante l’avviamento si escludono gradualmente resistenze man mano che la velocità del motore cresce. Nel caso di motori con rotore avvolto, si modifica l’impedenza del circuito rotorico con delle resistenze ausiliarie.

-Avviatori elettronici: sono realizzati mediante dei tiristori collegati in antiparallelo; variando l’angolo di innesco dei tiristori, la tensione al motore aumenta gradualmente.

●Formula per calcolare la velocità di rotazione del rotore:

n= (60 ∙f)/P

●Regolazione della velocità variando il numero dei poli. Esistono tre tecniche differenti per variare il numero di poli:
-Dotare il motore di due avvolgimenti statorici distinti
-Realizzare un unico avvolgimento statorico costruito in modo da consentire la variazione del numero di poli
-Combinazioni delle due precedenti possibilità

●Regolazione della velocità con variazione dello scorrimento: tale variazione di scorrimento è ottenuta per variazione della resistenza rotorica, inserendo delle resistenze esterne; questa soluzione consente di regolare la velocità entro limiti ristretti.

La regolazione della velocità con variazione della frequenza è attuata con un convertitore di frequenza (inverter):
-Inverter V⁄F
-Inverter vettoriali

Hai bisogno di aiuto in Elettrotecnica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email