melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

Le correnti indotte e le loro applicazioni


Il passaggio della corrente elettrica attraverso un filo conduttore genera nello spazio circostante un campo magnetico la cui intensità varia con il variare dell'intensità della corrente stessa.
Ebbene, il fenomeno inverso si verifica se un conduttore è immerso in un campo magnetico variabile.
Un campo magnetico variabile genera una corrente elettrica attraverso un conduttore immerso nel campo, e tale corrente viene chiamata indotta.
Ovviamente l'intensità del campo magnetico prodotto da un magnete in un dato punto varia se il magnete viene allontanato o avvicinato a quel punto. Pertanto è sufficiente muovere il magnete perché in un certo punto il campo magnetico sia variabile. Ne consegue che in un conduttore collocato in quel punto viene generata una corrente indotta dal semplice movimento del magnete. Lo scopo della calamita messa in movimento è quello di generare un campo magnetico variabile. Poichè anche la corrente elettrica genera un campo magnetico, alla calamita si può sostituire un solenoide percorso da corrente; in questo caso è sufficiente variare la corrente nel solenoide per ottenere un campo magnetico variabile, senza ricorrere ad alcun movimento.
Le correnti indotte trovano applicazione anche nel telefono ideato da Meucci e poi perfezionato da altri scienziati.
L'apparato trasmettitore è costituito da una scatoletta il cui coperchio è una lamina sottile ed elastica.La scatola è piena di granelli di carbone che vengono attraversati dalla corrente elettrica fornita da una batteria di accumulatori.
L'apparato ricevitore presenta una elettrocalamita di fronte alla quale è fissata una laminetta elastica di ferro.
Hai bisogno di aiuto in Elettronica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email