Habilis 4546 punti

Il modellamento della superficie terrestre


La scienza che studia la configurazione della superficie terrestre, l’evoluzione del paesaggio e i processi che lo modellano è la geomorfologia. L’aspetto della superficie terrestre è continuamente modificato dall’azione delle forze endogene e delle forze esogene, che agiscono attraverso processi di degradazione meteorica, erosione, trasporto e sedimentazione.

La degradazione meteorica è l’insieme dei fenomeni che portano alla disgregazione fisica o al disfacimento chimico delle rocce affioranti, con formazione dei detriti.
La disgregazione fisica (fratturazione e sgretolamento) si esplica attraverso: termoclastismo (escursioni termiche diurne); criodastismo o gelivozione (escursioni termiche in presenza d’acqua che gela); alodastismo (evaporazione e precipitazione di sali); variazioni di pressione; biodastismo.
Il disfacimento chimico comporta la formazione, a partire dai minerali della roccia originaria, di nuovi minerali ed è causato principalmente dall’azione dell’acqua e dell’ossigeno.

L’azione dell’acqua può dar luogo a: idratazione (inglobamento di molecole d’acqua); idrolisi (dai silicati si ha formazione di minerali argillosi); dissoluzione (passaggio in soluzione di ioni metallici).
L’azione dell’ossigeno dà origine a fenomeni dì ossidazione (prevalentemente su composti del ferro, dello zolfo e del carbonio).
In generale, la degradazione meteorica è un processo selettivo che dipende da tre principali fattori: natura delle rocce affioranti; condizioni ambientali e climatiche; tempo (durata del processo).

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email