Habilis 1829 punti

La distanza tra le stelle

Bologna e Firenze distano, in linea d'aria, circa 80 km. Parigi e Amsterdam 420 km. Aosta e Reggio Calabria quasi 1100 km.
La distanza tra le due località della Terra viene espressa in kilometri, ma per le distanza che separano i corpi celesti il kilometro non è un'unità di misura appropriata: bisogerebbe, infatti, scrivere numeri seguiti da moltissimi zeri.

Per fare un esempio, il Sole e Plutone, il pianeta più lontano dell'intero Sistema solare, distano in media cinque miliardi e novecento milioni di kilometri: ciò equivale a scrivere 5900000000 km (che si può pure scrivere 5,9 x 10 elevato alla 9 km, ma anche questa seconda forma è piuttosto scomoda).

Per evitare questi inconvenienti, le distanze astronomiche (cioè quelle che separano i corpi celesti e quindi stelle e pianeti) vengono espresse utilizzando unità di misura molto più grandi del metro, sono:

- l'unità astronomica (U.A.)
- oppure l'anno luce (a.l.)

L'unità astronomica corrisponde alla distanza media tra la Terra e il Sole, cioè a 149600000 km. Questa unità di misura viene solitamente utilizzata per esprimere le distanze tra corpi celesti entro il Sistema solare. Per esprimere distanze più grandi si usa invece, l'anno luce, che corrisponde alla distanza percorsa dalla luce in un anno. La luce si muove alla velocità di 300000 km/s cioè, percorre circa 300000 kilometri in un secondo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove