briglia di briglia
Ominide 223 punti

Ugo Foscolo - La poetica


Foscolo è il primo autore moderno della letteratura italiana con dimensione europea. L’originalità del contributo di Foscolo si definisce nella sua capacità di innestare una sensibilità moderna sul tronco della tradizione classica. La consapevoezza di sé e di una individualità unica e complessa sono il vero tratto moderno dello scrittore e dell’uomo Foscolo. Foscolo ricerca una sintesi tra passione e ragione proprio nell’attività letteraria, in una scrittura che contenga contrasti e li ricomponga nell’ideale armonia della bellezza e della creazione artistica. La produzione di Foscolo si muove lungo due filoni: la vena celebrativo-didascalica, che ruota attorno al tema della bellezza, in cui si esprime l’ideale neoclassico e la vena lirico-sentimentale, in cui si fa maggiormente riconoscibile l’istanza romantica.
Foscolo elabora una concezione del sistema naturale d’impostazione sensistica e meccanicistica: la natura gli appare in perenne divenire, e ogni elemento che la compone è a suo parere costituito di materia soggetta a un ciclo processo di trasformazione. L’universo tutto appare come una perfetta macchina governata da leggi meccaniche che non sono mosse da una forza trascendente, bensì soltanto dal principio di autoconservazione. Questo principio è immanente alla natura stesse e prevede che non esista vita oltre la morte e che la morte dipenda da processi aggregativi e disgregativi della materia. Secondo Foscolo la natura è un meccanismo il quale è in stretto rapporto con l’io.
Anche l’idea di società e i rapporti fra gli uomini soggiacciono in una visione pessimistica; a Hobbes è riconducibile la visione politica foscoliana e l’opposizione tra individuo e società. Secondo quest’ultimo l’avvento della civiltà è segnato dal passaggio dell’umanità dallo stato di natura allo stato civile: il diritto, il libero arbitrio, si rivela alla lunga controproducente e la ragione induce il sogno a rinunciarvi, purché facciano analoga rinuncia anche gli altri. Sulla scorta di queste teorie, Foscolo sposa la tesi per cui l’essere umano, lasciato a se stesso e non guidato dalla legge, persegue unicamente il proprio interesse, non a vantaggio dei propri simili ma per assecondare il desiderio illimitato di sopraffarli. Inoltre, la radice umana è corrotta.
Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email