Ominide 1796 punti

Mutabilità e Inaccessibilità


Mutabilità, tutte le lingue hanno questa caratteristica, tutte le grammatiche cambiano con il tempo. Quando le grammatiche cambiano ci sono limiti e restrizioni su cosa è possibile e cosa impossibile. E non si può dire che le varietà passate siano migliori di quelle moderne. La lingua che gli italiani parlavano al tempo di Dante era un sistema molto valido, così come l'italiano moderno. Non ha senso l'ipotesi che lingue raggiungano stato di perfezione e poi che modifiche le deteriorino. Tutti questi sistemi subiscono dei cambiamenti e fanno parte dell'attività di un sistema, e quindi devono essere studiati nel modo che ci si presentano.
Inaccessibilità, la conoscenza della grammatica è spontanea, conoscono la lingua ma non sanno spiegare perché. Un essere umano sa o ha la sensazione che qualcosa non va bene, può per esempio sentire che un dente gli fa male, si può osservare facilmente. Lo stesso si vede con la grammatica, i parlanti sanno cos'è accettabile e non per la loro lingua. I verbi di locazione in italiano necessitano di avere una locazione dove andare, che è introdotta con varie locuzioni. "Vado dal dottore, vado da dottore, vado in dottore..." Come si può spiegare questo tipo di alternazione? I parlanti nativi possono dirti cosa è corretto e cosa non, ma non possono spiegare il perché. Per spiegare questi fatti dobbiamo avere una teoria. Altro aspetto linguistico è il problema del genere grammaticale in una lingua come l'italiano, alcuni hanno genere maschile e altri femminile, ma cosa decide che un sostantivo può prendere quel genere? Non è facile spiegarlo.
Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email