Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Diritto tributario - il processo tributario

Appunti di Diritto tributario sul processo tributario. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: nozioni introduttive,accertamento, controllo formale, controllo sostanziale, processo verbale di verificazione, processo verbale constatazi

... Espandi »one, avviso di accertamento. « Comprimi
  • Per l'esame di Diritto tributario del Prof. -. Non Definito
  • Università: Palermo - Unipa
  • CdL: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (AGRIGENTO, PALERMO, TRAPANI)
  • SSD:
Compra 2.99 €

Voto: 5 verificato da Skuola.net

  • 4
  • 06-12-2012
Scrivi la tua recensione »

Recensioni di chi ha scaricato il contenuto

Anteprima Testo:
____________________________________________________________________________ UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA Il processo tributario ____________________________________________________________ ANNO ACCADEMICO 2006 – 2007 MATERIA: DIRITTO TRIBUTARIO LEZIONI DI DIRITTO TRIBUTARIO 1 I PARTE : Nozioni introduttive Lezione del 2 ottobre 2006 Il processo tributario si occupa di dirimere le controversie tra il contribuente e l’Amministrazione Finanziaria. Analizziamo gli atti più importanti concernenti la fase dell’accertamento, della riscossione e delle sanzioni tributarie – amministrative, riferendoci alle imposte sui redditi, IVA, imposta di registro, ipotecaria e catastale. 1 fase: ACCERTAMENTO L’accertamento è definito come un insieme di atti posti in essere in parte dall’Amministrazione Finanziaria e in parte dal contribuente e diretti ad identificare la base imponibile del tributo e quantificare l’imposta da versare. L’a... Espandi »ccertamento, inteso come un insieme di atti, è un procedimento in cui ogni atto giustifica il successivo e che a su volta è giustificato dal precedente (se l’atto precedente è nullo, il vizio di nullità travolgerà anche l’atto successivo). • Accertamento delle imposte dirette (IRPEF, IRES, IRAP). Il primo atto per tali tipologie di imposte è la DICHIARAZIONE che è un atto di collaborazione obbligatoria del contribuente. Egli deve comunicare all’Amm.ne Finanziaria i dati significativi ai fini dell’accertamento del reddito ed all’appliczione delle imposte. Sulle dichiarazioni l’Amm.ne Finanziaria esercita due diverse tipologie di controlli: a) b) FORMALE: investe tutte le dichiarazioni; SOSTANZIALE: investe solo il 2% delle dichiarazioni. (La dichiarazione è redatta su stampati conformi a modelli approvati annualmente con decreto dirigenziale; la trasmissione della dichiarazione all’Agenzia delle Entrate avviene in via telematica). → CONTROLLO FORMALE. In sede di controllo formale, gli uffici possono: 2 a) Correggere errori materiali o di calcolo; b) Escludere, in tutto o in parte, lo scomputo delle ritenute d’acconto non documentate; c) Escludere, in tutto o in parte, le detrazioni d’imposta non spettanti (detrazioni: spese ed oneri deducibili parzialmente dall’imposta lorda. Es. spese mediche e spese funebri); d) Escludere le deduzioni dal reddito non spettanti (deduzioni: spese riconosciute dal legislatore come necessarie per il contribuente e tali da potere essere dedot « Comprimi
Contenuti correlati