Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Diritto processuale civile

Appunti contenenti la rielaborazione del libro di Diritto processuale civile in cui gli argomenti trattati sono: la disciplina del processo di cognizione, fase introduttiva del processo, fase istruttiva, vari tipi di istruzione, impugnazioni, la fase

... Espandi » di decisione, vicende anormali del processo. « Comprimi
Compra 2.99 €

Voto: 5 verificato da Skuola.net

  • 2
  • 23-10-2012
di 27 pagine totali
 
+ - 1:1 []
 
< >
Diritto processuale civile
Scrivi la tua recensione »

Recensioni di chi ha scaricato il contenuto

Anteprima Testo:
CAPITOLO I: LA DISCIPLINA DEL PROCESSO DI COGNIZIONE E SUOI ASPETTI GENERALI 1. Orientamenti generali e schema della disciplina del processo di cognizione. Il 2° libro del codice di procedura civile disciplina e descrive la serie degli atti del processo di cognizione assumendo come paradigma il processo di primo grado davanti al tribunale per integrare poi tale disciplina con gli adattamenti relativi sia ai processi innanzi al giudice di pace e sia al processo di appello disciplinando poi autonomamente i giudizi innanzi alla corte di cassazione nonchè il processo del lavoro e, in certa misura, i procedimenti speciali trai quali alcuni disciplinati in leggi speciali. Tra gli argomenti che ispirano le modifiche degli anni ‘90: disciplina più rigorosa delle preclusioni, scelta di fondo per il sistema imperniato sul giudice unico anche innanzi al tribunale, provvedimenti anticipatori di condanna, l'efficacia esecutiva le sentenze di primo grado, attribuzione alla corte di cassaz... Espandi »ione del potere di giudicare anche sul rescissorio. CAPITOLO II: LA FASE INTRODUTTIVA DEL PROCESSO 2. Schema della disciplina del processo di cognizione di primo grado davanti al tribunale. Il processo di cognizione viene di solito ripartito convenzionalmente in tre fasi: 1. Introduzione 2. Istruzione in senso ampio, comprensiva della trattazione e della istruzione in senso stretto 3. Decisione. L’introduzione della causa consiste in una serie di atti qualificati, con la funzione di introdurre la causa ossia di instaurare il processo. Nella fase di introduzione predomina l'iniziativa di parte. 3. L’atto di citazione e i suoi requisiti. L'atto di citazione: è un atto scritto doppiamente recettizio (sia nei confronti del giudice sia del convenuto) con la duplice funzione della vocatio in ius (chiamata della controparte in giudizio), e dell'editio actionis (domanda al giudice con la conseguente determinazione dell’oggetto del processo). Per assolvere a queste due funzioni l’articolo 163, 3° comma c.p.c. individua i requisiti dell’atto di citazione, ossia con riguardo all’editio actionis: 1) indicazione del tribunale davanti al quale la causa proposta 2) indicazione delle parti (il nome, il cognome e la residenza dell'attore e del convenuto e delle persone che rispettivamente li rappresentano o li assistono) 3) indicazione del petitum (mediato: oggetto della domanda, immediato: provvedimento) 4) causa petendi (l'esposizione dei fatti e degli elementi di diritt « Comprimi
Contenuti correlati