Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Diritto penale - Slide

Slide del corso di Diritto Penale in cui nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: sanzione penale e sanzioni non penali, il problema della legittimazione del diritto penale, teoria della retribuzione, teoria della prevenzione generale, principi costituzionali e generali del Diritto Penale.

  • Per l'esame di Diritto Penale del Prof. G. Dodaro
  • Università: Milano Bicocca - Unimib
  • CdL: Corso di laurea in giurisprudenza
  • SSD:
Compra 2.99 €

Voto: 5 verificato da Skuola.net

  • 26
  • 06-12-2012
di 375 pagine totali
 
+ -
 
>
Diritto penale - Slide
Scrivi la tua recensione »

Recensioni di chi ha scaricato il contenuto

Anteprima Testo:
CORSO DI DIRITTO PENALE
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
1
Il diritto penale come ‘tecnica di disciplina’ • Il diritto penale non ha un proprio e specifico campo di materia. • Il diritto penale si definisce in relazione al particolar modo di disciplina, consistente nella previsione di un particolar tipo di sanzione – la pena – quale conseguenza normativa collegata al verificarsi di determinati fatti. • Il rapporto tra il diritto penale e le altre grandi partizioni dell’ordinamento giuridico non è di separazione, ma di sovrapposizione o di interferenza. Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
2
Sanzione penale e sanzioni non penali Sanzione civile • funzione e contenuto risarcitorio • Iniziativa dell’interessato
Sanzione penale • Contenuto afflittivo non risarcitorio • Iniziativa pubblica
• Il rapporto resta nell’ambito dell’autonomia privata Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
3
Norma penale I Parte – PRECETTO • Divieto di realizzare un dato fatto • Comando di fare qualcosa
II Parte – PENA • Pena detentiva • Pena pecuniaria • Pena interdittiva Possibilità di altri tipi di sanzione penale
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
4
Il reato • Tipo di fatto, descritto dal precetto legale, cui la norma penale ricollega la minaccia di pena (definizione linguistico-formale). • Fatto tipico, antigiuridico, colpevole (definizione strutturale). • Fatto offensivo di beni giuridici (definizione contenutistico-sostanziale). Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
5
Il problema della legittimazione del diritto penale La pena è “arma a doppio taglio, tutela dei beni giuridici attuata attraverso la lesione di beni giuridici” (Franz von Liszt, La teoria dello scopo nel diritto penale,1883).
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
6
Teoria della retribuzione • La pena come giusta retribuzione di un ‘male’ commesso (punitur quia peccatum est). • La pena si fonda su un’esigenza di giustizia assoluta, fine a se stessa in quanto sciolta da ulteriori finalità.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
7
« Anche quando la società civile si dissolvesse col consenso di tutti i suoi membri, l’ultimo assassino che si trovasse ancora in pringione dovrebbe venire giustiziato, affinché ciascuno porti la pena della sua condotta e il sangue versato non ricada sul popolo che non ha reclamato quella punizione ». (Kant, Metafisica dei costumi, 1797)
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
8
Se la punizione si rivelasse del tutto priva di utilità per la protezione dei più importanti interessi, sarebbe ugualmente legittima
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
9
Secondo la teoria retributiva la punizione sarebbe ugualmente legittima per • Ragioni istintuali di vendetta • Reato=peccato, ossia violazione della legge divina; pena=espiazione volto al perfezionamento interno • Ragioni di garanzia della dignità dell’uomo – La versione più moderna e secolarizzata della teoria retributiva della pena si lega al principio etico fondamentale, secondo cui l’uomo non deve mai essere trattato come un mezzo al servizio dei fini di un altro uomo.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
10
… ciò è connesso ad una connaturata tendenza eticizzante della retribuzione, da cui deriva …
“Nessun crimine senza pena”
Inderogabilità della pena
Obblighi di incriminazione per il legislatore
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
11
Funzione garantista della retribuzione 1. Contro il rischio di una reazione vendicativa tendenzialmente illimitata, la teoria retributiva esige un rapporto di proporzione logicoformale tra offesa e reazione. 2. La retribuzione implica la personalità della responsabilità penale.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
12
Teoria della prevenzione generale • La punizione si giustifica su due piani tra loro combinati: – per la difesa dell’ordine esterno – per la prevenzione di futuri reati (punitur ne peccetur). Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
13
• Modello di diritto penale basato sulla ‘coazione psicologica’. • La sua operatività dipende dalla possibilità di assicurare le condizioni, oggettive e soggettive, per la maggiore osservanza possibile della legge.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
14
La c.d. prevenzione generale positiva L’autorità e la forza esterna del diritto servono a confermare valori già acquisiti e più o meno radicati nei processi di socializzazione degli individui.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
15
La prevenzione speciale « Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato » (art. 27, comma 2, Cost.).
Lezioni del Corso di Diritto penale Espandi »Prof. Giandomenico Dodaro
16
Prospettive storicamente praticate: • Neutralizzazione di soggetti pericolosi • Rieducazione del reo.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
17
• Rieducazione del condannato non può significare educazione coatta al bene, né predicazione di valori, né tantomeno ‘lavaggio del cervello’. • Rieducazione significa cercare di rimettere in funzione, con riguardo a un soggetto, le condizioni nelle quali la legge penale possa esplicare la funzione preventiva che le è propria.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
18
Sull’“essere” del diritto penale hanno indubbiamente agito, accanto alle diverse ideologie sulla pena, interessi politici, concezioni politiche, atteggiamenti emotivi di fronte al delitto.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
19
PRINCIPI COSTITUZIONALI E GENERALI DEL DIRITTO PENALE
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
20
• • • • • • •
Principio di legalità Principio di materialità Principio della tutela di beni giuridici Principio di offensività Principio di idoneità Principio di sussidiarietà Principio di proporzionalità (del precetto e della pena) • Principio di colpevolezza • Principio di ragionevolezza in senso stretto Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
21
Il diritto penale trova la propria legittimazione ed il proprio limite nella funzione di tutela di oggetti giuridici, ritenuti a livello sociale meritevoli di protezione.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
22
• Non qualsiasi cosa qualcuno valuti come ‘interesse’ può essere oggetto legittimo di tutela penale. • Quali sono i criteri normativi di selezione degli interessi suscettibili di tutela penale legittima
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
23
• Il reato come violazione di diritti soggettivi. • Il reato come offesa a c.d. beni giuridici – concezione metodologica – concezione costituzionale • a costituzione “chiusa” • a costituzione “aperta”.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
24
c.d. concezione metodologica o tecnico-giuridica
Bene giuridico come mero scopo della norma: bene giuridico è tutto ciò alla cui conservazione il diritto positivo ha interesse, secondo il suo punto di vista
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
25
Reato come violazione di un dovere etico • Abbandono del criterio del bene giuridico (es. diritto penale nazista). • Concezione formale autoritaria di reato. • Attraverso l’assoluta “smaterializzazione” del bene giuridico, questa teoria consente la copertura ideologica di qualsiasi politica penale il detentore del potere voglia imporre Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
26
c.d. concezione costituzionale del bene giuridico Il legislatore può apprestare tutela penale solo a dati di realtà permeati di valori, la cui protezione sia ammessa (o richiesta) da sovra-ordinati principi costituzionali.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
27
Variante a “Costituzione chiusa” Nella Costituzione italiana, incentrata sulla tutela dei diritti inviolabili dell’uomo, interventi penali sono compatibili con l’inviolabilità di principio della libertà personale e la funzione rieducativa della pena, solamente per la necessità di tutelare beni di grado pari rispetto al valore della libertà personale sacrificata, o almeno dotati di rilievo costituzionale (Bricola).
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
28
Variante a “Costituzione aperta” • Costituzione ‘aperta’ e principio di proporzione. • Il problema delle soglie di tutela. La determinazione legislativa delle soglie di tutela non può ritenersi conseguenza automatica di un’unilaterale considerazione degli interessi che si vuole proteggere, ma presuppone bilanciamenti d’interessi, di costi e benefici, e anche assunzioni fattuali sulla pericolosità di date situazioni, e sui mezzi idonei a farvi fronte. Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
29
Obblighi costituzionali di tutela penale
• La Corte costituzionale con giurisprudenza costante ritiene inammissibili ex art. 25, comma 2, Cost. questioni di legittimità costituzionale volte alla creazione o all’ampliamento di fattispecie di reato.
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
30
Obblighi specifici di penalizzazione « è punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà » (art. 13, comma 4. Cost.).
Lezioni del Corso di Diritto penale Prof. Giandomenico Dodaro
31
Il bene giuridico nella giurisprudenza costituzionale • Il riferimento a beni giuridici funge, di regola, non da criterio di delimitazione, bensì di convalida della norma penale. • Limiti all’intervento penale: libertà costituzionali (in particolare, libertà d’espressione, di riunione, di sciopero) e principio di egua « Comprimi
Contenuti correlati
Skuola University Tour 2014