Diventare ufficiale di Marina: tutte le risposte

Marina Militare
In collaborazione con Marina Militare

come diventare ufficiale di marina

Tra di voi c’è chi ha già le idee chiare e già sa di essere nato per entrare in Marina e avere una brillante carriera da ufficiale. Altri invece sono incuriositi da questa possibilità e cercano informazioni per prendere una decisione molto importante per la propria vita: cosa fare una volta preso il diploma. Quale che sia la vostra situazione, siete capitati nel “post” giusto: qui troverete una pratica guida che risponderà ai vostri dubbi e vi darà le coordinate per fare la giusta scelta per voi e per il vostro futuro. Infatti, ogni anche quest'anno i ragazzi che vogliono entrare in Accademia Navale hanno la possibilità di presentare la propria candidatura e partecipare al bando di concorso per allievi ufficiali: proprio questo potrebbe essere il momento giusto per mettersi in gioco. E' possibile iscriversi fino al 15 febbraio 2016. Ma quali sbocchi professionali ci sono per chi intraprende questo percorso? E quale laurea è possibile conseguire? Come si svolge, poi, il concorso per entrare in Accademia? Ecco tutto ciò che serve sapere prima di…prendere il largo!

>>>> Cosa aspetti? Partecipa al bando di concorso per entrare in Accademia Navale

#1. Quali sono le principali caratteristiche dei Corpi della Marina Militare?
I Corpi della Marina Militare sono divisi per ruolo ed ognuno di essi garantisce differenti sbocchi professionali:
- Gli Ufficiali del Corpo di Stato Maggiore sono il fiore all’occhiello della Marina Militare, l’iter della loro carriera li porterà al Comando delle varie Unità Navali della Marina e di Reparti Specialistici, e arrivando così ad assumere quegli incarichi di alta responsabilità propri del Comandante. Questo a seconda dell’abilitazione o della specializzazione conseguita.
- Dal Genio Navale e dal Corpo delle Armi Navali provengono invece gli ingegneri della Marina: dal primo quelli specializzati in Ingegneria Navale e Civile, dal secondo quelli formati in Ingegneria delle telecomunicazioni.
- Gli Ufficiali del Commissariato Militare Marittimo portano avanti il loro percorso qualificandosi nel settore finanziario, legale, amministrativo e logistico. Loro è la gestione dell’approvvigionamento per il mantenimento in efficienza della nave e delle strutture logistiche della Marina, la consulenza in materia legale e di giustizia e disciplina.

- Il Corpo della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera svolge la sua attività soprattutto per l’amministrazione, la tutela e la sicurezza della costa, nonché la salvaguardia della vita in mare.
- Il Corpo Sanitario Militare Marittimo mette a disposizione i medici della Marina Militare, spesso impiegati a bordo delle navi.

#2. Il concorso per entrare in Marina è unico?
No, con il bando appena pubblicato per Ufficiali Normali sono stati indetti tre distinti concorsi, uno per il Corpo di Stato Maggiore, l’altro per i Corpi vari (Genio Navale, Capitaneria di Porto, Armi Navali, Commissariato Militare Marittimo), il terzo per il Corpo Sanitario Militare Marittimo

#3. Posso partecipare a più di un concorso contemporaneamente?
No, è possibile inviare la propria candidatura per uno solo dei tre concorsi.

>> Quindi, se sei interessato alla Marina Militare scopri come partecipare al concorso! >>

#4. Ho 17 anni, sono troppo piccolo per partecipare?
No, puoi candidarti al concorso per Ufficiali Normali dai 17 ai 22 anni, già durante la frequenza del 5° anno della scuola media superiore purché venga conseguito il diploma di scuola superiore, al termine dell’anno scolastico.

Scopri tutti i segreti dell'Accademia Navale

#5. Quanti sono i posti disponibili per l’anno 2016/2017?
Il bando mette a concorso ben 118 posti, così distinti:
- Corpo di Stato Maggiore: 80 posti;
- Corpi vari: 30 posti (5 per il Corpo del Genio Navale, 3 per il Corpo delle Armi Navali, 4 per il Corpo di Commissariato Militare Marittimo, 18 per il Corpo delle Capitanerie di Porto)
- Corpo Sanitario Militare Marittimo: 8 posti

#6. E’ vero che è necessario avere particolari requisiti fisici per entrare in Accademia Navale?
Sì. Sono richiesti particolari requisiti fisici per entrare in Marina, elencati precisamente dal bando di concorso: è richiesta ad esempio un’ottima vista per poter accedere ai posti di Stato Maggiore. E’ consigliabile visionare tutte le indicazioni sulla questione per ogni Corpo, in modo da non sprecare le proprie possibilità.

#7. Come si svolge la selezione per entrare in Accademia?
Il concorso si sviluppa su tre fasi. La prima, dal 22 febbraio al 3 marzo 2016 consiste in due test scritti: la prova scritta di cultura generale e la prova scritta di lingua inglese, quest’ultima non è sbarrante ma contribuisce, per il punteggio conseguito, al punteggio medio. Coloro che superano la prima fase vengono successivamente convocati per partecipare alla seconda fase, gli accertamenti psico-fisici (visite mediche), che si svolgono tra la terza decade di marzo e i primi di maggio. Gli idonei vengono convocati in Accademia Navale nel mese di luglio 2016 per la terza fase, che ha una durata di 7 giorni e consiste in prove di efficienza fisica, accertamenti attitudinali, in un esame orale di matematica e in un esame orale facoltativo di lingue straniere. I ragazzi che fanno richiesta per il Corpo Sanitario dovranno superare inoltre una prova redatta dal Ministero dell’Istruzione, e saranno successivamente interrogati in biologia anziché in matematica.

#8. Quale laurea posso conseguire in Accademia Navale?
Entrando in Accademia Navale si riceve una formazione universitaria che sfocia nel conseguimento della laurea magistrale. Perché questo sia possibile, la Marina Militare può contare sulla collaborazione delle migliori Università Italiane, quali quella di Genova, Trieste e Napoli per la Facoltà Magistrale di Ingegneria, Pisa per la Le lauree di 1° Livello sia tecniche che umanitaria, Medicina e le Lauree Magistrali Umanitarie. Ecco quali lauree è possibile ottenere a seconda del Corpo scelto:
- Corpo di Stato Maggiore: laurea magistrale in Scienze Marittime e Navali o della laurea specialistica in Scienze Marittime e Navali
- Corpo del Genio Navale: laurea magistrale in Ingegneria Navale o della laurea magistrale in Ingegneria Civile e Ambientale;
- Corpo delle Armi Navali: laurea magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni;
- Corpo Sanitario Militare Marittimo: laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia
- Corpo di Commissariato Militare Marittimo: laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza
- Corpo delle Capitanerie di Porto: laurea magistrale in Scienze del Governo e dell'Amministrazione del mare.

#9. Quali sbocchi professionali ci sono per chi entra in Marina?

Gli sbocchi professionali sono vari e relativi al Corpo della Marina in cui l’ufficiale è arruolato. Una volta completato l’iter formativo, è possibile portare avanti la propria carriera sia in ambito militare che civile, quest’ultima solo per gli Ufficiali Medici. Dall’Ingegneria alla Comunicazione, sono molte le possibilità di chi completa il proprio percorso in Accademia.

>> Iscriviti subito al concorso per entrare in Marina Militare >>