Tra sport, studio e mare: sali a bordo con noi!

Marina Militare
In collaborazione con Marina Militare

 foto di marina militare sport e studio

Oltre duecentomila metri quadrati, a cui si accede dallo storico cancello di San Jacopo percorrendo il suggestivo viale alberato noto come “Viale dei Pini” che, ti porta all’ingresso della Area Allievi. Aule di formazione, laboratori, biblioteche, la piscina, il campo sportivo e la palestra, alcune delle strutture che raccontano la storia di questa che è tra i più prestigiosi Istituti di formazione militare d’Italia. E’ l’Accademia Navale di Livorno, dove vengono formati, dal punto di vista tecnico e professionale, i futuri Ufficiali della Marina Militare Italiana. Qui Skuola.net ha passato un’intera giornata insieme ai cadetti scoprendo particolari della vita in Accademia che non immaginavamo.

>>>> Ti piacerebbe se questa diventasse la tua vita? Partecipa al concorso!

MATTINA: TUTTI A LEZIONE - La sveglia arriva presto! Alle 6:30 gli Allievi sono già in piedi e, dopo aver sistemato il letto e indossato la loro uniforme, sono pronti per la loro giornata e corrono in aula. Nelle prime ore del mattino, infatti, sono impegnati nelle lezioni delle materie universitarie e professionali: a seconda del Corpo scelto, studiano Giurisprudenza, Ingegneria, Medicina, e le altre materie tipiche del loro corso di Laurea che, in qualche anno, completeranno. Li troviamo intenti a disegnare la rotta su mappe carte nautiche con squadre e compasso, o impegnati ad ascoltare gli insegnamenti dei docenti, o a progettare Unità Navali all’avanguardia. In una di queste classi un’allieva del primo anno, Laura, ci parla della vita in accademia e del rapporto con gli altri ragazzi. Lei ha passato il concorso dopo qualche tentativo; la sua passione per il mare l’ha spinta a provare più volte nonostante i primi riscontri negativi. Racconta degli inizi, non semplici, e di come adesso tutto le sia indispensabile.

lezione accademia livorno

PRONTI A NAVIGARE - L’idea che ci facciamo ascoltandola, ma anche notando la partecipazione degli altri ragazzi nelle varie attività, è proprio questa: che fra loro, uomini e donne, si venga a creare un legame fortissimo, indissolubile, di squadra. Non esiste il singolo, c’è il gruppo. Questo ci appare tanto più vero visitando il simulatore di plancia, un locale operativo che riproduce esattamente la plancia comando di un’Unità Navale, dove gli Allievi vengono formati per il futuro conseguimento dell’abilitazione al comando dell’Unità stessa. Lì ci sono sei ragazzi, un Team ove ognuno ha un ruolo esclusivo che va dal timoniere, all’Ufficiale di rotta, all’Ufficiale responsabile della manovra. Un lavoro di squadra, appunto.

lezione accademia livorno

MENS SANA IN CORPORE SANO - Lasciamo l’edificio principale ed entriamo nel poligono, poi visitiamo le palestre dove si praticano arti marziali e altre discipline sportive, e per ultima la piscina. L’attività fisica si accompagna allo studio, anzi ne è il complemento. «Mens sana in corpore sano», come dice Marzio, l’aspirante guardiamarina che abbiamo conosciuto simulatore di plancia e che incontriamo di nuovo nel Piazzale Allievi per l’assemblea meridiana e l’ispezione alle tenute degli Allievi a cura degli Ufficiali Comandanti alle Classi. Qui i cadetti entrano di corsa inquadrandosi in sezione. Tutti nella posizione del “riposo”, in un silenzio assoluto, attendono l’ingresso del Direttore al corso che viene annunciato dal “trillo” della tromba che da gli attenti al personale schierato. Vengono letti gli elogi e le punizioni, i Comandanti alle Classi effettuano l’ispezione alle tenute. È l’ultimo atto prima del pranzo, che si fa nella mensa e ovviamente tutti insieme: il menù è variegato e messo a punto da nutrizionisti professionisti che hanno a cuore la loro salute e la forma fisica.

Scopri tutti i segreti dell'Accademia Navale

UN POMERIGGIO DI SPORT E STUDIO - Il pomeriggio è ancora il momento dello studio e dello sport. Andiamo a visitare i campi sportivi oltre Viale Italia, dove all’aperto si svolgono le principali discipline di squadra. L’area è molto grande. Ci sono un campo da rugby, dove un gruppo di allievi si sta allenando con indosso la maglia dell’accademia, un campo di calcio circondato dalla pista atletica, e strutture per esercizi ginnici. Ciascun gruppo lavora a parte e svolge i propri esercizi. Più isolato sta il percorso per l’equitazione, dove scorgiamo cinque cadetti che vanno al passo di trotto osservati dall’istruttore. Seguiamo gli allenamenti e il tempo passa senza che ce ne accorgiamo.

sport accademia livorno


ARRIVEDERCI, RAGAZZI! - Sta quasi per sopraggiungere il tramonto, e dobbiamo ritornare in Accademia. Prima di andare via facciamo la conoscenza di altri due allievi, Matteo di diciannove anni e Miriana, di ventitré. Parliamo con loro in prossimità del brigantino, a pochi metri dal molo. La vista è bellissima e suggestiva. Dal mare vediamo rientrare altri ragazzi su piccole barche a vela, quattro per ciascuna. Si avvicinano agli ormeggi remando in due, un altro si appresta ad ammainare la vela mentre un quarto prepara le cime. È l’ultima immagine che vediamo della loro vita in accademia. Forse la più bella ed emozionante: è chiaro che per questi ragazzi ogni momento della loro giornata rappresenta un passo in avanti verso il loro sogno.

>>>> Ti piacerebbe se questa diventasse la tua vita? Partecipa al concorso!