Bigliettini a più non posso: stratagemmi incredibili per copiare in terza prova

ragazza copia suggerimento sulla mano

La terza prova si gioca con l’astuzia. Dopo prima e seconda prova di maturità con cui vi siete confrontati la scorsa settimana, oggi è stata la volta della terza prova: il quizzone che temete più di tutti durante l’esame di Stato. E se per lo scritto di italiano o la prova di matematica c’era qualche speranza di poter ipotizzare il tema o i quesiti così da limitare gli “aiutini”, l’ultimo compito scritto è tutta un’altra storia vero? E infatti, anche quest’anno non sono mancati gli stratagemmi più assurdi per evitare l’insufficienza. Nei vari gruppi di maturità e sui social la redazione di Skuola.net ha trovato una serie di scatti realizzati proprio da voi, in cui mostrate astuzie e “arsenale” da esame così da aiutarvi a vicenda per passare l’ultimo test prima dell' orale di maturità, davanti alla commissione.

Consigli per prendere ottimi voti

TERZA PROVA: SI COPIA CON ASTUZIA – Copiare per il compito non è una novità, ma in terza prova maturità ce la mettete proprio tutta, e iniziate fin da subito a ideare stratagemmi curiosi e insoliti. Nel gruppo Facebook “Maturità 2016 ce la posso fare” ci sono foto davvero incredibili sulle astuzie create per affrontare con più tranquillità il quiz con le domande di tutte le materie. Eh sì, perché nella terza prova vedrete condensati anni di studio in poche domande, e dovrete dimostrare la vostra conoscenza. Mentre qualcuno si è preoccupato di studiare tutto il programma sui libri, c’è chi invece, per evitare il brutto voto, ha studiato metodi alternativi al ripasso notturno e si è messo ad architettare soluzioni infallibili per azzeccare le domande. E sui social - da Facebook a Instagram - non mancano foto con tanto di filtro ad hoc per immortalare bigliettini e sunti ben ripiegati, scritti con calligrafia da amanuense del Medioevo.

IL QUIZZONE DI MATURITA’: TRUCCHI PER COPIARE - Di posti in cui nascondere i bigliettini ce ne sono molti, ma l’importante è non farsi scoprire. L’arte del copiato, come dimostrano le vostre foto, non si misura solo sulla grandezza del carattere o sulla dimensione del foglietto, ma soprattutto sul livello di “sgamo” del nascondiglio degli aiutini. Si va dal semplice astuccio per gli occhiali in cui raccogliere i foglietti divisi per materie, da bloccare con grandi spille per capelli, alla parte laterale delle scarpe, ovviamente in tinta (bianco su bianco è l’ideale) in modo da mimetizzare i foglietti e non essere scoperti. C’è invece chi usa la scusa dello spuntino durante il test per nascondere il bigliettino nella confezione di crackers. E non manca neanche il “salutista” che cela le risposte nell’etichetta della bottiglietta d’acqua affermando di voler rimanere idratato durante il compito. Ma dato che si parla di arsenale, e che le “armi” degli studenti sono i foglietti da cui sbirciare, c’è chi ironizza e si “arma fino al collo”, nascondendo i riassunti nel colletto della polo. Speriamo almeno che non sudi tanto da far sbiadire l'inchiostro!

Carmine Zaccaro

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta