Accordo del participio passato

L’accordo del participio passato, ossia concordare il participio passato in genere e numero con il soggetto, dipende dall'ausiliare

Regola generale:
- ausiliare essere: il participio passato concorda sempre con il soggetto;
- Ausiliare avere: non concorda mai con il soggetto.

Quando si concorda si aggiunge una “e” se il soggetto è femminile singolare, si aggiunge una “s” se il soggetto è plurale maschile, si aggiunge “es” se il soggetto è femminile plurale.

Normalmente si una lo stesso ausiliare dell’italiano.
1- verbi transitivi e intransitivi reggono l’ausiliare avere;
2- Verbi di movimento reggono l’ausiliare essere, ad esempio aller, venir, sortir, partir, rentrer, revenir, monter, descendre;
3- Verbi che esprimono un'indicazione atmosferica reggono l’ausiliare avere;
4- Verbi impersonali che reggono l’ausiliare avere.

Inoltre,il verbo ESSERE regge sempre l’ausiliare AVERE, esempio° j’ai été.

Da notare bene: il participio passato di essere (été) non si accorda mai.

Eccezione dell’ausiliare avere: generalmente il participio passato non si accorda con l’ausiliare avere, però solamente in un caso questo può essere accordato, ossia quando c’è un complemento oggetto espresso prima del verbo