VIP 2446 punti

L’AFRICA MERIDIONALE

L’Africa meridionale comprende 14 Paesi, tra cui il Madagascar, la più grande isola del continente. Alcuni si affacciano sull’Atlantico ( Angola e Namibia), altri sull’Indiano (Mozambico), mentre il Sudafrica è bagnato da entrambi.
Zambia, Botswana e Zimbabwe non hanno sbocchi al mare, così come Lesotho e Swaziland compresi nel territorio sudafricano.
La regione è molto varia dal punto di vista ambientale e climatico: si passa dalla savana a nord, al deserto nella sezione occidentale (Namib e Kalahari), alla foresta nella regione orientale che si affaccia sull’Indiano, e infine alla vegetazione mediterranea nella zone costiera meridionale. Gli Stati di questa regione hanno conquistato in molti casi l’indipendenza in tempi recenti.
L’economia è legata soprattutto alle abbondanti risorse minerarie, all’agricoltura di piantagione e alle attività turistiche.

Nel complesso i Paesi dell’Africa meridionale hanno un livello di sviluppo superiore a quello medio del continente, pur con forti differenze: alle fiorenti economie di Sudafrica e Botswana, basate sulle risorse minerarie e sull’agricoltura, o di Seychelles e Maurizio, isole che attirano ingenti flussi turistici, se ne affiancano altre ancora molto arretrate (Angola, Mozambico, Madagascar).
L’Africa meridionale è inoltre l’area di maggior diffusione dell’AIDS: nei Paesi più colpiti (Botswana, Lesotho, Mozambico, Zambia, Zimbabwe, Malawi), circa un quinto degli abitanti risulta infettato dal virus.

Registrati via email