melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

I sistemi ecologici


Studiando la storia della Terra e degli esseri viventi abbiamo scontrato che gli organismi, quando trovarono condizioni favorevoli, si diffusero sul nostro Pianeta e occuparono ogni spazio disponibile nelle acque, nel suolo e nel cielo. Attualmente non è possibile trovare regione che non sia abitata da organismi animali e vegetali, piccoli e grandi, semplici e complessi.
La regione geografica, più o meno estesa, in cui si è diffusa e vive una determinata specie animale o vegetale, prende il nome di habitat.
E’ noto che le diverse regioni del globo non sono ugualmente popolate da animali e da vegetali. Per esempio, le regioni desertiche e quelle polari non sono certo ricche di forme di vita come le regioni occupate dal mare e quelle ricoperte di foreste. Questa differente distribuzione degli esseri viventi dipende dai diversi fattori che costituiscono l’ambiente biologico, cioè l’insieme delle condizioni del luogo in cui vivono gli organismi.
Si può facilmente riscontrare che ogni organismo è sempre mirabilmente adattato a vivere nel suo ambiente biologico naturale.
L’insieme delle specie viventi e il luogo in cui esse vivono formano un sistema ecologico. Il bosco, per esempio, è un ecosistema. In esso crescono alberi verdi che, compiendo la funzione clorofilliana, producono materia prima.
In un ecosistema gli organismi hanno la vita strettamente legata e formano gli anelli di una catena alimentare in cui vi è equilibrio fra produttori e consumatori. Se questo equilibrio viene alterato, ne derivano gravi conseguenze.
Ad esempio l’uomo con il disboscamento, la caccia ha contribuito alla quasi totale distruzione di non poche specie vegetali e animali, turbando appunto l’equilibrio ecologico. Quindi è opportuno conservare gli equilibri ecologici se vogliamo salvare gli ecosistemi e la vita umana sulla Terra.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email