Prima colonizzazione del Mediterraneo

Attorno alle grandi città, fortificate con mura di pietra e arroccate su luoghi impervi, i principi micenei organizzarono un a serie di Stati militari che iniziarono ad espandersi al di fuori dalla Grecia continentale. La conquista più significativa fu quella di Creta e, in seguito, i Micenei si stabilirono in vari luoghi in cui fondarono colonie.
L'espansione si diresse soprattutto verso Oriente e, sulle coste dell'Asia Minore, furono stabiliti insediamenti di una certa rilevanza: fu questa la cosiddetta "prima colonizzazione", per distinguerla dalla seconda che ebbe inizio nell'VII secolo a.C.
L'episodio più noto di quell'espansione fu la Conquista di Troia (che sorgeva in una posizione strategica lungo il mar Nero); compiuta attorno al 1230 a.C., fu opera di una confederazione di principi achei il cui comandante sarebbe stato il re di Micene. Padroni delle rive dell'Egeo e della fertile pianura troiana, i Micenei entrarono nella scena politica internazionale con grande potenza, al punto da mantenere regolari rapporti diplomatici con i re degli hittiti.

Erano considerati un popolo temibile e al re di Micene veniva riconosciuto il titolo di [s]Grande re[/s],lo stesso che si attribuiva ai sovrani di Stati come quello egizio e quello babilonese.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email