L'occhio

L'occhio è formato da tre tuniche, 1) esterna 2) media 3) interna
Tunica esterna: a) cornea anteriore b) sclera
a) Ha una funzione protettiva, è una membrana trasparente che consente il passaggio dei raggi luminosi.
b) tessuto fibroso bianco, mantiene la forma del bulbo oculare.
Tunica media: è uno strato nutritivo per l'occhio, ed è costituito dalla pupilla (un orifizio circolare) iride (anello muscolare) controlla la dilatazione della pupilla e la quantità dei raggi luminosi che devono entrare.
Corpo ciliare: produce un liquido tra l'iride e la cornea che si chiama “umor acqueo”.
Coroide: contiene molti vasi sanguigni al di sotto della sclera e nutre l'occhio.
Tunica interna: costituita dalla retina membranosa fotosensibile, che contiene i recettori della visione. Proietta lo stimolo luminoso
Lente: sta tra l'iride e la pupilla. All'interno c'è una cavità che contiene “umor vitreo”.

Ci sono dei muscoli scheletrici ottici che controllano i movimenti dell'occhio.
L'occhio è protetto dalle palpebre, ciglia e sopracciglia.
Le palpebre: membrane che producono un liquido (congiuntiva) che lubrifica l'occhio.
Le ghiandole lacrimali che si trovano nella parte alta degli occhi che producono un liquido = acqua, lisozima che serve per distruggere i batteri, le sostanze estranee, si riuniscono poi in un dotto che comunica con l'esterno e con le fossa nasali.
Ghiandole tarsali servono per produrre un liquido che impedisce alle palpebre di attaccarsi.
Il muscolo ciliare contraendosi agisce sul legamento sospensore che sostiene e tiene in tensione la lente.
Iride: regola la quantità di luce che entra nell'occhio, ed è pigmentato. È costituito da un muscolo circolare e un muscolo radiale.
L'occhio è un'estroflessione dell'encefalo.

Apparato diottrico

E' costituito dalla cornea, camera anteriore contenente “umor acqueo”, dalla lente, dal corpo ciliare, muscolo ciliare, legamento sospensore, e corpo vitreo.
Se l'oggetto è vicino accomoda la lente per la visione di questo oggetto, si ha la contrazione del muscolo ciliare che determina un aumento di diametro del corpo ciliare, il legamento sospensore si allenta e la lente si incurva mettendo a fuoco l'immagine.

Miopia: (lobo lungo) difetto della vista che consiste nella proiezione dell'immagine all'interno dell'occhio, ma a metà del lobo (corretta con lenti concave).
Presbiopia: (lobo corto) l'immagine viene proiettata al di fuori della retina (viene corretta con lenti convesse).
Dipendono dal lobo dell'occhio, se troppo lungo o troppo corto.
Astigmatismo: si ha quando la cornea non è completamente liscia, non ha una superficie levigata, quindi la luce subisce dei processi di rifrazione e così l'immagine è sfocata.

L'occhio negli altri organismi

Tutti gli animali rispondono ai recettori ottici.

Flagellati unicellulari: contengono degli stigmi formati da macchie di pigmento con sostanze amilacee fanno da lente contengono amido.
Metazoi: presentano i fotorecettori e servono per raccogliere e riflettere, rifrangere la luce.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email