Sesso: comprare il preservativo, sotto a chi tocca (senza vergogna)

Durex
In collaborazione con Durex

Il tour di Skuola.net e Durex, sull’educazione alla sessualità e all’affettività, ha preso ufficialmente il via. Prima tappa è stata Napoli, presso l’Istituto superiore statale Pagano Bernini, dove la nostra squadra composta dalla psicosessuologa Elisabetta Todaro, il volto di Skuola.net Ida Basile e lo Youtuber Nikolais è stata accolta in modo caloroso dagli studenti. Con loro si è discusso ovviamente di contraccezione ma soprattutto si è cercato di rispondere a delle domande ben precise. Tra queste, una delle più frequenti tra i giovani, su cui ci soffermiamo in questo articolo: di chi è il compito di avere e portare con sé i preservativi?

A chi tocca comprare (e portare) il profilattico?

Che in un rapporto sessuale sia necessario indossare il preservativo, per evitare non solo una gravidanza indesiderata ma anche, e soprattutto, malattie sessualmente trasmissibili, è risaputo ormai da tempo. La domanda però che molti ragazzi e ragazze si fanno, alla quale abbiamo cercato di rispondere nella nostra tappa di Napoli, riguarda chi deve preoccuparsene. Deve portarlo lui o lei? In molti pensano che spetti all’uomo: il pensiero comune è basato sul fatto che, essendo lui ad indossarlo, sia anche suo compito procurarselo. Ma non è il solo motivo per cui questa convinzione è così diffusa. Esiste infatti il pregiudizio per il quale una ragazza abituata a portare con sé il profilattico sia poco seria e propensa a rapporti ‘mordi e fuggi’. Niente di più sbagliato. Non c’è una regola su chi debba acquistare il preservativo, né bisogna mal giudicare una ragazza che ne è provvista, anzi. Avere con sé il preservativo è sintomo di intelligenza e maturità, e significa conoscere bene i rischi nei quali si può incorrere avendo un rapporto sessuale non protetto. Non conta quindi che tu sia un ragazzo o una ragazza: avere con te un preservativo non è mai sbagliato.