Ominide 1489 punti

Le società agricole e pastorali


La rivoluzione agricola di 10.000 anni fa (un decimo della storia dell’umanità se fissiamo la comparsa dell’Homo sapiens sapiens a circa 100.000 anni fa) ha comportato, come l'addomesticamento delle piante e degli animali, una vera trasformazione nelle forme storiche di adattamento.
L’agricoltura richiede operazioni, conoscenze e strumentazioni complesse, il rispetto di tempi e cicli produttivi e un rapporto di cura che necessita di una relazione continua con la terra.
Essa ha portato con sé in diverse aree del pianeta (la Mesopotamia, la Valle del Nilo, il Mesoamerica, le aree fluviali della Cina e del Sud-Est asiatico) trasformazioni epocali, come la formazione delle città, la stratificazione sociale, la centralizzazione politica e la nascita della scrittura.

Le società industriali


Se guardiamo ancora il grafico a pagina 6, non possiamo che restare di nuovo sorpresi da quanto sia breve il periodo di tempo in cui l’umanità è interessata dalla rivoluzione industriale, duecentocinquanta anni scarsi. Eppure le trasformazioni indotte da essa sono state incredibili e hanno dato un’accelerazione straordinaria nel campo della produzione e dell’innovazione tecnologica.
Il mutamento introdotto dalla rivoluzione industriale è:
•un mutamento sociale critico: un cambiamento radicale e irreversibile della struttura delle società interessate;
•un mutamento globale: non interessa solo alcuni aspetti della società ma li coinvolge tutti; non solo l’economia, ma anche la struttura della famiglia, il ruolo della religione e delle tradizioni, l’organizzazione della vita politica, i processi formativi degli individui.
•un mutamento globalizzante: tutte le società, prima o dopo, ne vengono come risucchiate in un unico sistema globale.
Possiamo quindi concludere questo rapido excursus constatando che la forma storica di adattamento che noi oggi conosciamo e che si sta espandendo a macchia d’olio - la società industriale - è una forma recentissima e si potrebbe dire “appena nata”, rispetto ai lunghi tempi evolutivi della storia dell’umanità; tuttavia, nel corso di poco più di duecento anni si sono verificate trasformazioni rapidissime e sorprendenti sia nella durata della vita media degli individui (grazie al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie), sia nell’organizzazione economico-sociale, come pure negli stili di vita.
Forse gli ostacoli che oggi incontriamo nel controllare e regolamentare i progressi in campo scientifico derivano proprio dalla difficoltà delle società umane di gestire un percorso storico-culturale che ha conosciuto un’improvvisa, repentina accelerazione.
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email