10 ottimi motivi per vedere Il Sole a Mezzanotte al cinema

Il sole a mezzanotte
In collaborazione con Il sole a mezzanotte

il sole a mezzanotte

Per chi non la conoscesse ancora, ecco la trama: la diciassettenne Katie (Bella Thorne) è costretta a passare le sue giornate chiusa in casa a causa di una rara malattia. Esporsi alla luce del sole, anche alla luce di un solo raggio, potrebbe rivelarsi letale. La sua unica compagnia è il papà, a cui è molto legata, e la vera Katie può uscire fuori ed esprimersi solo di notte. Al calar del sole, infatti, la ragazza comincia a girare e a suonare la sua musica nei posti più strani, compresa la stazione. Ed è proprio qui che la storia di Katie avrà una svolta: un giorno la giovane conosce finalmente Charlie, suo vicino di casa che osserva sin da quando erano bambini. La pellicola vuole raccontare una storia d’amore e gli effetti positivi che questa avrà sulla vita di Katie…ma non solo! Passiamo quindi alle 10 ragioni per cui non potete assolutamente perdervi Il Sole a Mezzanotte, dal 22 marzo nelle sale!

1. Lei, Bella Thorne

La ragione più ovvia: è molto bella! L’ex stellina Disney si è oggi trasformata in una sexy dark girl da 17 milioni di follower su Instagram. I suoi capelli rosso fuoco e il piercing al naso la fanno sicuramente notare! Ma le qualità di Bella Thorne vanno ben oltre l’aspetto estetico. Appena ventenne, Bella è già un idolo dei teen. Attrice, cantante e attivista, la giovane si impegna ogni giorno per trasmette spontaneità e gentilezza attraverso i suoi film, le sue canzoni e le sue azioni. Che sia con un film o con una canzone, l’obiettivo di Bella è portare un messaggio positivo al mondo. Bella, talentuosa, buona e attenta al prossimo: servono altre ragioni per andare a vedere un film in cui l’interprete principale rispecchia tutte queste belle caratteristiche?

2. Lui, Patrick Schwarzenegger

Il bel Patrick fa sognare nei panni di Charlie, il ragazzo della porta accanto che fa innamorare per la sua gentilezza e la sua semplicità. Modello e attore, anche Patrick ha investito in buone azioni: a soli quindici anni ha creato una linea di abbigliamento filantropica, Project360, grazie all’aiuto dei suoi genitori. Se glielo chiedi, il più grande obiettivo del ventiquattrenne è quello di farsi un proprio nome al di là di quelli ultra famosi dei genitori, Maria Shriver e Arnold Schwarzenegger. E in questo è fortemente spronato dal padre. Cosa ha imparato Patrick dal suo personaggio, il romantico Charlie? Che dovrebbe fare più bei gesti per la sua fidanzata, la modella Abby Champion. Coraggio Patrick, non sarà tanto difficile farla sciogliere, con quel viso d’angelo!

3. Saperne di più

La malattia che ha la protagonista del film esiste davvero e si chiama Xeroderma Pigmentosum XP. Questa rara e difficoltosa condizione costringe chi ne è affetto a stare a riparo dai raggi solari, pena danni irreparabili al corpo e l’avvio di un processo distruttivo con poche possibilità di scampo. Questa ipersensibilità ai raggi ultravioletti del sole è classificabile come malattia rara, e in pochi la conoscono, ma ci sono persone in tutto il mondo che ne soffrono e una cura non è ancora stata trovata. Attraverso questa storia d’amore speriamo che tutti possano sensibilizzarsi rispetto a questa e alle malattie rare in generale.

4. Il rapporto di Katie con il padre

Padre e figlia, uniti come non mai. Un papà che riesce a dare a Katie tutto l’appoggio di cui ha bisogno, nonostante sia rimasto solo a prendersi cura di lei. “Una delle cose che più mi ha attratto del film, una delle tante cose che mi ha spinto verso la scelta di accettare la parte, è stato proprio questo suo rapporto con il padre perché mi ha ricordato tanto quello che ho io con mia madre adesso - ha detto Bella Thorne in una recente intervista – Ho perso mio padre alcuni anni fa e mi rapporto a lei, che è un genitore single, come Katie si rapporta a suo padre, tentando di spronarla.”

5. Il coraggio della protagonista

Una vita passata tra le mura di casa e l’ospedale, al buio, con la consapevolezza di non poter guarire. Questa la dura realtà di Katie, che però non si lascia scoraggiare mai e trae il meglio dalla vita anche nelle sue condizioni. Katie vive, anche se solo di notte, ma vive. Esce ed esprime se stessa attraverso la sua musica, girovagando di notte alla scoperta del mondo. Fa tutto nonostante tutto. E nonostante tutto riesce a innamorarsi di Charlie.

6. La forza dell’amore

Per la prima volta mi sento più di una malattia”. Questo è quello che dice Katie nel trailer parlando con suo padre. E subito emerge la bellezza di questo sentimento, che porta la protagonista a vivere una vita piena intrecciandola con quella di qualcun altro. Ma a un certo punto del film, inevitabilmente, Katie dovrà dire la verità a Charlie. Riuscirà lui a starle accanto nonostante la difficile condizione? Non vogliamo svelarvi niente… ma vi sembra un tipo che si spaventa?

7. Katie e la musica

Anche solo dal trailer traspare quanto la musica sia fondamentale per Katie. Ogni notte la ragazza suona nei posti più strani, scrive canzoni, ed è proprio suonando che incontra Charlie, il ragazzo che ha sempre sognato. La centralità della musica rispecchia un po’ la vita di tutti i giovani, che attraverso le canzoni evadono e si creano un mondo tutto loro. È attraverso la musica che Katie esprime tutto quello che ha dentro e che può viaggiare nonostante l’essere costretta in casa. Impossibile non sentirla vicina per questo!

8. La colonna sonora

E proprio parlando di musica, questo film merita di essere visto anche solo per la colonna sonora! Garantito che rientrerà tra le playlist preferite su Spotify. Le canzoni che proprio non potete perdere? Ovviamente quelle firmate Bella Thorne: “Burn so Bright”, “Reaching”, “Sweetest Feeling” e “Walk With Me” per dirne solo alcune.

9. Uno spettacolo da vedere sul grande schermo

Il Sole a Mezzanotte è un film che amerete vedere al cinema. Per l’atmosfera, l’interpretazione dei protagonisti, le canzoni, la cura dell’ambientazione e la bellezza delle scene. In particolare, per partecipare a pieno dell’intensità della storia. Un consiglio? Portate con voi in sala una o più persone a cui volete bene e con cui condividete la passione per il genere: i migliori amici, i fratelli, il fidanzato o la fidanzata, o magari, proprio i vostri genitori. È una storia davvero adatta a tutti! E poi, chi meglio di loro per condividere gioia, qualche lacrima e perché no… anche un bel cestino pieno di pop corn?!

10. Il messaggio finale

La morale della storia vale per tutti: non procrastinate! Non bisogna aver paura di vivere fino in fondo, nonostante tutte le difficoltà. Così, come Katie e Charlie, tutti dovremmo avere il coraggio di dire alle persone care che le amiamo, di inseguire i nostri sogni e fare di tutto perché si avverino. I momenti difficili li viviamo tutti, ma sono e devono rimanere questo: momenti in una vita intera. E poi, se abbiamo a fianco qualcuno di davvero speciale, tutto sembra possibile.
Servono altre ragioni per segnarvi la data? 22 marzo 2018 Il sole di mezzanotte nei cinema!
Consigliato per te
Giulia Penna ospite della Skuola tv: segui la puntata speciale!