Arriva Medicina a Enna, ma il Miur dice no

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

foto di nuova facoltà medicina enna

A Enna aprirà una nuova facoltà di Medicina. Forse. È quello che vuole l'ex senatore, Vladimiro Crisafulli che, dopo aver tirato su la Kore adesso ci riprova. L'Università sarà straniera, romena per la precisione, e aprirà le sue porte e 60 aspiranti medici e altrettanti che vorrebbero lavorare nell'ambito delle professioni sanitarie. Ma il Miur dice no.

E IL TEST D'INGRESSO? - Un modo per aggirare il test d'ingresso. Può darsi, visto che questo tipo di università permettono di accedere ai corsi dopo un colloquio che solitamente è conoscitivo e ha l'unico scopo di mettere in contatto studente e università. Ma Crisafulli su Repubblica.it Palermo smentisce: "Per accedere gli studenti dovranno seguire un nostro corso intensivo di dieci settimane e di lingua romena. Dopo potranno accedere ai test di ammissione seguendo i criteri delle università statali della Romania. I corsi di rumeno sono previsti per fine settembre, i test per novembre, in tempo per partire con l'anno accademico 2015-16".

TEST MEDICINA, MA QUANTO MI COSTI - Corsi che costeranno cari alle tasche degli studenti, tra i 9 e i 10 mila euro per la facoltà di medicina, tra i 4 e i 5 mila per le professioni sanitarie. "È un costo più alto rispetto alle università italiane - continua Crisafulli - ma il paragone deve essere fatto con quelle straniere, considerando anche le spese necessarie per studiare all'estero. Questa facoltà nasce proprio per evitare che i ragazzi vadano fuori".

Vuoi sapere come il si aggira il test ingresso con le lauree all'estero? Guarda il video

TITOLO, TI RICONOSCO? - Ma la laurea non è riconosciuta in Italia, direte voi. E invece vi sbagliate. Infatti l'ex senatore assicura che "Il titolo sarà riconosciuto perché la Romania ha la sua agenzia di valutazione accreditata con l'Ue".

IL MINISTRO DICE NO - Ma il Ministero dell'Istruzione arriva a rovinare i piani di Crisafulli. In un comunicato stampa, il ministro Giannini ha fatto sapere pubblicamente che "L'istituzione di un’Università non può avvenire per libera iniziativa di privati cittadini, ma deve avere un percorso preciso, in questo caso del tutto inesistente. Oggi il Miur ha diffidato i soggetti coinvolti, il rettore dell'Università ‘Kore’, il rettore dell’Università ‘Dunarea des Jos’ di Galaţi, il presidente della Regione Siciliana e, per conoscenza, il presidente della Fondazione ‘Proserpina’, a fornire chiarimenti in merito. Li abbiamo anche diffidati dall’andare avanti prima che il Ministero abbia chiarito gli eventi. Nessuno ha chiesto l'autorizzazione, nessuno ha avviato la procedura".

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta