10 cose puoi capire solo alla fine dell'università

Andyb3105
Di Andyb3105

fine università

Sono trascorsi cinque anni dalla prima volta che hai varcato il grande portone della tua facoltà. Lì, hai speso un totale variabile di ore, hai impiastricciato di sudore un totale variabile di camicie in sede d'esame, forse hai pianto, forse hai ghignato, hai usato i bagni, le macchiette, forse i libri della biblioteca. Sta di fatto che, dopo cinque anni in università è necessario iniziare a riflettere su una serie di cose…

10. Chi inizia il liceo ha 10 anni meno di te

Questa direi che si commenta da sola.

9. Addio serate mondane nell'infrasettimanale

"Finisco l'università! Basta studiare anche nel weekend!!! Adesso inizierò a lavorare, guadagnerò denaro!" Prova ad arrivare al lavoro con i postumi come facevi a lezione.

Vita da universitari...


8. Potrai firmarti "Dottore/Dottoressa"

E la firma si allunga… Però, come suona bene!!!

7. Uscire in tuta ti fa sentire a disagio

Se per cinque anni, quando andavi a lezione in postumo, questo è stato il tuo outfit di punta, adesso inizi a sentirti un po' inadatto. E se mi vedesse qualcuno? E se il mio futuro datore di lavoro sapesse?

6. Frequentare i locali che organizzano le feste universitarie ti fa sentire un po' fuori posto

Entri in un bar. Ti affacci al bancone per chiedere il solito. Improvvisamente ti si accosta una bimbetta che probabilmente si è persa e sta cercando la madre. Magari adesso sta per chiedere un succo di frutta. Chissà che gusto sceglierà, pera? pesca? albicocca? La ragazzina ti toglie ogni dubbio e ordina cinque tequila sale e limone. Il giorno dopo la vedi in facoltà. E' una matricola. E mentre tu ancora boccheggi perché "il bicchiere di vino ti ha dato un po' fastidio" questa impunita saltella allegra in giro per l'atrio.

5. Partecipare alle inaugurazioni delle serate universitarie ti fa sentire incredibilmente vecchio

Hai avuto la malsana idea di andare all'inaugurazione di una delle tante serate universitarie. Ti penti della scelta immediatamente, quando ti accorgi che tutta quella calca ti dà fastidio. In più c'è un sacco di gente che urla, un sacco di gente piccola. Sei in fila con gli amici, e per far passare il tempo intrattieni conversazione con un gruppetto vicino al tuo. "Di che anno siete?" "Io del 97 ma ho fatto la primina!" "Ah, e i tuoi ti mandano a ballare anche se domani hai scuola?" "A dir il vero inizio il primo anno di Economia. Anzi, conosci qualcuno che mi possa dare dei riassunti universitari?"

Forse è meglio girare i tacchi e tornare a casa.

4. La tua resistenza allo studio è sempre più debole

Stai preparando la tesi/ studiando per gli ultimi esami sui tuoi appunti universitari. Ti rendi conto che la tua capacità di concentrazione è sempre minore: se un tempo riuscivi a studiare 100 pagine al giorno, fare gli schemi, ripetere e salvare il mondo senza battere ciglio, oggi capire la prima frase del paragrafo sembra una fatica titanica, e ti fa venire da dormire. Non ti preoccupare, non soffri di stanchezza cronica. Stai solo invecchiando.

3. Quando entri in università le matricole ti scambiano per un assistente

Passi con il tuo incedere sicuro nell'atrio. Stai andando a dare l'ultimo esame e sei al settimo cielo, mentre reggi con presa salda gli appunti di diritto tributario. Vedi un gruppo di matricole che ti squadra mentre entri nella classe. Uno di loro, quello con la faccia più fiera, sostiene il tuo sguardo e abbozza un "Buongiorno, professore." Non sai se prenderla con filosofia rendendolo irriconoscibile alla famiglia oppure essere lusingato e fare del simpaticissimo terrorismo psicologico chiedendo se hanno studiato abbastanza e se sanno dei contenuti extra (che ti sei appena inventato).

2. I tuoi genitori iniziano a chiederti insistentemente "allora, cosa vuoi fare del tuo futuro?"

Ti svegli al mattino. Mentre fai colazione chiama La Mamma. "Allora?"
"Buongiorno, mamma. Allora cosa?"
"Allora cosa vuoi fare dopo?"
"Dopo vado in bagno e poi credo andrò a studiare in facoltà, mamma. Perché?"
"Non far finta di non capire. Dopo la laurea! Ti ho mandato una mail stamattina con un po' di alternative…"
Apri la mail che la diligente genitrice ti ha inviato alle ore 5.44. Il computer si fonde immediatamente per il sovraccarico nel download degli allegati.
Grazie, mamma.

1. Vedere foto di gente che si laurea/sposa/ha figli diventa sempre più frequente

A ricordarti che ormai non sei più un pischelletto ci pensano anche loro: i social network. Così la tua bacheca di Facebook, che fino a un anno fa era piena di foto di feste e viaggi, oggi si riempie di riso, alloro, pappine, ciucci, tesi, anelli… Meglio rimuovere l'account per un po' se si vuole evitare la crisi di nervi. Se da una parte la tragedia è evitata, dall'altra è troppo tardi, e la domanda dei prossimi congiunti arriva spontanea:
"…E tu allora, quando la metti la testa apposto?"

Andrea Buticchi

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta